ALLEGRI VUOLE UNA REAZIONE E UNA RINCORSA DIVERTENTE

30.11.2021 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ALLEGRI VUOLE UNA REAZIONE E UNA RINCORSA DIVERTENTE
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Massimiliano Allegri chiede una reazione, la gara di Salerno non sarà semplice per molti motivi e ci vorrà una Juventus molto più attenta rispetto a quella vista con le squadre medio-piccole. 

Allegri lo dice subito, ma ci sono ancora obiettivi da centrare: "Dobbiamo avere un approccio migliore rispetto a Verona se no rischiamo di prendere subito degli schiaffi e diventa tutto più difficile. Dobbiamo fare di più perché quello fatto ora non basta. Non ho mai inventato niente, ho fatto di necessità virtù. In questo momento ci vuole ordine, concretezza e serenità. Fortunatamente abbiamo ancora tanti obbiettivi da raggiungere in Champions, in Coppa Italia e la Supercoppa e poi abbiamo una rincorsa che può esser divertente, non dico per arrivare primo, ma è una ricorsa. Dobbiamo trovare un modo per uscire dalla tempesta e non combattere la tempesta".

La speranza di tutti è che veramente questa rincorsa possa iniziare e si passa attraverso le gare con Salernitana e Genoa, che sono in fondo alla classifica, squadre con cui la Juventus non può perdere i punti come nello scorso anno con le formazioni di bassa classifica.

Gli attaccanti, però devono tornare a segnare, secondo Allegri non hanno disimparato a fare gol. Dybala ha sempre segnato così come Kean, lo stesso allenatore difende Morata: "Voglio fare una precisazione: Morata ha fatto una delle migliori prestazioni della stagione. Credo sia stato tra i migliori in campo e questo mi dispiace perché i giudizi vanno dati con oggettività. Quindi o non capisco io o ci sono pregiudizi.Soulè è con noi perché abbiamo fuori Chiesa. È un giocatore giovane e bravo e poi ci serve un po' di spensieratezza. Su Morata a volte ci sono dei partiti presi e uno va valutato per la prestazione che ha fatto.Volevo capire su che basi fate le valutazioni e su Morata c'è accanimento e non va bene".

Giudizio opinabile questo del mister, se il migliore in campo perde il pallone che ti fa perdere la gara... ma ognuno vede le partite come crede, qui non ci sono pregiudizi, ma giudizi ed a nostro modesto parere Morata non sta facendo una bella stagione.

CI VUOLE UNA REAZIONE - serve una reazione: "Lo stato d'animo è quello di un momento in cui sei indietro in campionato. Tutti vogliono fare qualcosa in più ma noi dobbiamo fare il nostro. Usciremo da questo momento e ci vuole calma e pazienza. Più ci agitiamo e più facciamo casino. Non è che ci isoliamo, siamo dentro alla Juventus. Oggi il presidente ha parlato ai dipendenti e sabato alla squadra. Ci ha rasserenati.Alla Juventus non esistono anni di transizione. Bisogna avere la consapevolezza che siamo sesti in classifica e delle responsabilità che abbiamo di essere alla Juventus. Per ora siamo agli ottavi di Champions, la Coppa Italia, la Supercoppa e abbiamo una rincorsa davanti che può essere stimolante".

La situazione in classifica piange, la sconfitta con l'Atalanta è stata l'ennesima delusione, la gara con la Salernitana è una piccola boccata dìossigeno a cui la Juventus non può rinunciare.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve