ALLEGRI ED IL SUO SFOGO GIUSTIFICATO!

 di Massimo Pavan Twitter:   articolo letto 23844 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
ALLEGRI ED IL SUO SFOGO GIUSTIFICATO!

Massimiliano Allegri esplode in conferenza stampa, sfogo giusto è totalmente giustificato da qualche voce di corridoio che arriva e che vede questo due a due come se fosse una debacle incredibile, insomma una delusione essere stati recuperati ma nulla è perduto ed i bianconeri hanno tutta la possibilità di andare a Londra e passare il turno. Mister Allegri però non accetta la faciloneria con cui si era presentata questa gara: “La Juve gioca per vincere la Champions ma non è la favorita. Non si può andare tutti gli anni in finale, io sono contento di quello che stanno facendo i ragazzi. Da qui pensare che la Juve vinca 3-0 un ottavo ce ne passa. Non si ha idea della dimensione delle altre squadre. Il nostro obiettivo numero uno è lo scudetto e già quello non è facile. Che un 2-2 deprima l'ambiente non lo accetto. Non abbiamo perso 8-0".

Gli Spurs sono la formazione che con il City sta meglio in Premier in queste settimane lo ha dimostrato con sette punti in tre partite contro Liverpool, Arsenal e United, sono quinti ma in una classifica cortissima. Fermare ogni tipo di polemica, tornare alla realtà delle cose perché la Juventus come sempre accade a volte,  questa sera è stata condannata dagli episodi che sono girati male mentre altre volte era andata meglio. 

Non deprimersi in vista del derby, non abbattersi dopo un pareggio casalingo, del resto non può essere una doppietta ad abbattere il mondo Juve, le prospettive stagionali restano intatte, del resto sarebbe da stupidi pensare che possa cambiare qualcosa dopo questa gara, una palla in uscita è una punizione non cambiano le cose, la Juventus può vincere a Londra e può e forse dev vincere domenica con il Toro, ma un passo alla volta e soprattutto recuperiamo qualche pedina. 

@pavanmassimo clicca sulla foto e segui Massimo su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e su quanto accade nel mondo zebrato