TJ - Pinamonti: "C'è amarezza nel perdere una partita giocata così. Rosso a Cassata? Non capiva, ma bravi anche in dieci"

31.10.2019 00:30 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
TJ - Pinamonti: "C'è amarezza nel perdere una partita giocata così. Rosso a Cassata? Non capiva, ma bravi anche in dieci"

Andrea Pinamonti ha commentato in zona mista il ko con la Juve. Tuttojuve.com ha ripreso le sue parole:

Il Genoa è venuto a giocarsela con coraggio, immagino faccia molto male perderla così forse c'è stata un pizzico di ingenuità da parte di Sanabria sul rigore decisivo trasformato da Ronaldo.

Innanzitutto grazie per i complimenti. Sicuramente c'è amarezza nel perdere una partita giocata così dando tutto in campo. Fa male però bisogna guardare subito avanti, testa all'Udinese ma consapevoli di aver fatto una bella partita qui a Torino.

Se il Genoa gioca con questo piglio raggiungere i vostri obiettivi non è complicato.

È quello che ci dice il mister in questi giorni: non aver paura di nessuno e fare il nostro gioco su qualsiasi campo. E oggi penso si sia visto, abbiamo fatto la nostra partita cercando di mettere palla a terra per mettere in difficoltà i campioni della Juve.

Sia col Brescia che stasera grande carattere, è questa la vera differenza con Thiago Motta?

Non riesco a fare dei paragoni rispetto a prima, so solo che il mister ha le idee molto chiare. Ci ha detto più volte come vuole affrontare le partite e ci sta riuscendo nel migliore dei modi.

Hai grande generosità, sorreggi il peso dell'attacco, ora ti mancano soltanto i gol...

Facendo questo tipo di partite in cui si deve aiutare la squadra ci sono poche occasioni. Io sono sereno, sto facendo il massimo per aiutare la squadra e sono sicuro che i gol arriveranno.

Come vi ha spiegato il direttore di gara l'espulsione di Cassata? È sembrata un po' troppo esagerata...

Il mio compagno non riusciva a capire, col direttore di gara non ho parlato. Ormai appartiene al passato, anche in 10 uomini siamo stati bravi a reggere agli attacchi della Juve e a cercare di ripartire. Anche questo è un punto di partenza.