LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Rinforzo in attacco? Vedremo. Milan meritatamente primo. Guarderemo classifica quando conterà di più. Pirlo ha già dimostrato di essere bravo e pronto. Dybala grande giocatore abituato a pressione"

06.01.2021 20:35 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Rinforzo in attacco? Vedremo. Milan meritatamente primo. Guarderemo classifica quando conterà di più. Pirlo ha già dimostrato di essere bravo e pronto. Dybala grande giocatore abituato a pressione"

Fabio Paratici parla ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole riprese da Tuttojuve.com:

In poco tempo affrontate le prime della classifica.  Vi siete detti: facciamo qualcosa?
"Giochiamo questa partita, è una grande partita, il Milan è meritatamente primo in classifica. Giochiamo queste partite una per volta, come sempre, cercando di giocarle al meglio possibile e ottenendo più punti possibile. Poi la classifica la guarderemo più avanti, a marzo, ad aprile, quando conterà di più e vedremo cosa avremo fatto di buono o meno".

Ci sono le incognite dovute alle assenze per Covid. Come la state vivendo?
"Le assenze credo ce le abbiano tutti in questo campionato, bisogna adeguarsi e avere pazienza. Stiamo vivendo tutti un momento difficile, non solo noi nel calcio, anzi, dobbiamo sempre ricordarci di essere dei fortunati, quindi la viviamo con grande responsabilità, facendo tutto quello che è possibile, attenendoci ai protocollo, ma senza preoccupazione per le assenze. Noi tra l'altro come Juventus pensiamo di avere una rosa competitiva, quindi veniamo a giocare le nostre partite, al massimo delle nostre possibilità".

E' un test tecnico per Pirlo, ma anche emotivo. E' al prima volta che cercheremo di capire se Pirlo è in grado di dare quella botta di adrenalina alla squadra. Ti saresti stupito di più o di meno nel vedere Demiral a destra e Danilo a sinistra?
"Riguardo la verve emotiva di Andrea, non ci sono dubbi, penso sia forse il più abituato di tutti qua dentro a giocare e ad allenare questo tipo di partite, non c'è la minima preoccupazione, anzi ha già dato dimostrazione in questi mesi di essere bravo, preparato e pronto a questo ruolo. Il mister vede i giocatori tutti i giorni, meglio di chiunque altro, dirigenti, tifosi o anche opinionisti, tutti i giorni in allenamento, e credo che scelga quello che reputa meglio con grande serenità".

C'è anche attesa per Dybala. Ha un po' di pressione addosso.
"Sì, credo che tutti i grandi giocatori giochino sempre con tanta pressione addosso, Paulo è un grande giocatore, è abituato, è qui da noi da 5-6 anni, non credo sia preoccupato o teso per questa partita, ma che abbia la giusta carica emotiva e la giusta voglia e motivazione di giocare un bel Milan-Juve".

Avete in pugno Rovella. Sarà soddisfatta l'esigenza di Pirlo di avere un altro attaccante? Non ti faccio il nome di Quagliarella. Dopo Juve-Samp c'è stato un abbraccio tra lui e Pirlo, già lì avevate ipotizzato qualcosa?
"Come ho già detto, verso i giocatori che hanno giocato da noi siamo molto riconoscenti, gli vogliamo bene. Fabio in particolar modo, tra l'altro è stato con me anche alla Sampdoria, quindi abbiamo un rapporto, ci conosciamo da tantissimi anni. Detto questo, il mercato non è dato solo dalle difficoltà economiche e del momento che ci sono, ma anche dalla necessità del momento. Noi in questo momento riteniamo di avere una rosa competitiva, giochiamo queste partite una per una e poi strada facendo vedremo se sarà il caso o meno di intervenire".

IN