LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Non sarà gara di Champions a cambiare nostro progetto. Ringraziamo Agnelli per supporto. Zaniolo? Bravo calciatore, ma..."

01.08.2020 20:36 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Non sarà gara di Champions a cambiare nostro progetto. Ringraziamo Agnelli per supporto. Zaniolo? Bravo calciatore, ma..."

Fabio Paratici è intervenuto ai microfoni di Sky prima della sfida con la Roma tuttojuve.com riprende le sue parole:

Partiamo dalle parole di Agnelli che ieri ha voluto sottolineare il lavoro dei dirigenti.
"Sì, ringraziamo il presidente, meglio di lui nessuno può giudicare il nostro operato perchè è sempre con noi, luiè il primo dei dirigenti che opera anche al Training Center, anche al campo d'allenamento, non solo in sede o in Lega o in Eca. Quindi dobbiamo ringraziarlo per tutto il supporto e l'apporto che ci dà, la fiducia che ci dimostra ogni giorno. Io sono qui da dieci anni e credo che debba ringraziarlo per tutti questi anni in cui ogni giorno ci ha sempre supportato con grande lucidità, grande passione in questo percorso"

Oggi premiazione e festa, poi inizia una settimana bella tosta. Quanto questa partita può far cambiare il progetto tecnico per la prossima stagione?
"Intanto non è una partita a decidere o a far cambiare le idee  di una società sul giudicare una stagione, perchè una partita può essere frutto di decisioni arbitrali, sfortuna, condizione fisica o mentale, quindi non è sicuramente una partita a farci decidere  in un senso o nell'altro, se la stagione è stata buona o è stata meno buona, perchè al di là di tutto credo che nel vincere una scudetto è sempre una stagione straordinaria, perchè questo poi spesso ce lo dimentichiamo. Sono nove anni di fila che vinciamo lo scudetto, è un qualcosa... l'ho detto anche in altre occasioni, è un qualcosa di impensabile se penso a dieci anni fa quando sono arrivato qua io, quando è arrivato il presidente. Era qualcosa di impensabile, se ce l'avessero detto tutti avremmo pensato a qualche matto o a qualche previsione strana. Cominciamo ad apprezzare quello che è stato il risultato di questa stagione, come ha detto il presidente ieri, frutto di un lavoro durissimo, difficilissimo, come ogni anno, quest'anno forse anche un po' di più per i tanti cambiamenti che sono avvenuti, per la pandemia che ci ha colpiti. Vorrei ringraziare anche la Lega e la Federazione che ci hanno permesso di portare a termine questo campionato, che non era assolutamente scontato se pensiamo anche solo a due mesi fa, non a un anno fa, due anni fa. Non era assolutamente scontato, hanno fatto un lavoro incredibile, hanno permesso a tutti noi, a tutti gli appassionati di calcio, a tutto l'indotto del calcio, di riuscire a rivivere un pizzico di normalità, anzi, più di un pizzico. Di questo dobbiamo ringraziare tutti per l'opportunità che ci hanno dato".

Zaniolo è ancora nella lista dei suoi desiderata?
"Zaniolo è un bravo calciatore, per questo non ci vuole un direttore sportivo a capirlo, però adesso pensiamo alle partite che dobbiamo giocare. Stasera intanto pensiamo a festeggiare perchè ce lo meritiamo, i tifosi juventini... e ci dispiace moltissimo che non possano essere con noi allo stadio, i nostri familiari che non possono essere con noi allo stadio, questo ci dispiace molto, però va bene così, siamo in un momento difficile per tutti. Poi abbiamo la partita di Lione e poi vedremo più avanti. Per il mercato c'è tempo, anche perchè giocando ogni tre giorni, veramente, trovare anche le energie per pensare ad altre cose è difficile".