L'"INTRUSO" - 7 SENZA MEZZI TERMINI, CR7 E FR7 HANNO QUALCOSA IN COMUNE!

13.09.2019 16:52 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
L'"INTRUSO" - 7 SENZA MEZZI TERMINI, CR7 E FR7 HANNO QUALCOSA IN COMUNE!

E’ la sfida dei sette, quella di domani, quello di Cristiano Ronaldo e quello di Franck Ribery, i due calciatori che hanno maggior seguito delle due formazioni. Il primo arrivato a Torino lo scorso anno ha cambiato il mondo Juve aumentandone il mercato e se si gioca alle 15 è anche perché Cristiano è il giocatore più amato in Asia e le partite alle 15 aumentano gli introiti della serie A ed il valore. 

Contro di lui, Ribery che in questi anni spesso lo ha incrociato in Champions risultando un degno ed insidioso avversario ed ora al Franchi cerca di batterlo con una Fiorentina che avrà il dente avvelenato dopo le prime due partite a zero punti. 

Ribery è sicuramente più riposato ma Cristiano ha dimostrato in nazionale di essere in grandissima condizione e pronto a tutto per lottare per il pallone d’oro che sta dimostrando di meritare. Per farlo, però, c’è una sola via che è quella del gol. Da Firenze a Madrid la medicina è una sola. 

LA SFIDA DEL SETTE SENZA MEZZI TERMINI  - una sfida all’insegna della maglia numero sette, numero strano per un attaccante che di solito prende il nove, il dieci o l’undici. Cristiano scelse il 7 a Manchester, per continuare la striscia dei grandi di casa United. Glielo impose sir Alex Ferguson, allo United via le meches e dentro il 7,il numero di Robson, di Best, di Cantona e di Beckham. Ronaldo disse si e quel numero e’ ancora sulle sue spalle. 

Ribery, passo’ al numero 7 al Marsiglia, numero che tenne poi anche al Bayern ereditando quello della leggenda Mehmet Scholl. 

IL SEGRETO - Cristiano Ronaldo e Ribery hanno un segreto in comune, entrambi sono passati al 7 dal numero 28. Cristiano lo portava allo Sporting Lisbona, Ribery al Galatasaray.  

Una sfida da seguire, due campioni fenomenali, due sette senza mezzi termini. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve