CARNEVALI a DAZN: "Cercheremo di dare continuità a quanto fatto negli anni, vogliamo rinnovare il contratto di Berardi"

15.08.2022 20:26 di Martino Cozzi   vedi letture
CARNEVALI a DAZN: "Cercheremo di dare continuità a quanto fatto negli anni, vogliamo rinnovare il contratto di Berardi"
TuttoJuve.com

Giovanni Carnevali ha parlato ai microfoni di DAZN nel prepartita della gara tra Juventus Sassuolo. Queste le parole riportate da TuttoMercatoWeb

Sulla partita.
 "Cosa mi aspetto? Cerchiamo di dare continuità a quello che abbiamo fatto in questi anni, al di là del progetto il Sassuolo sta cercando di dare continuità all’esplosione dei giovani calciatori, soprattutto italiani, dobbiamo continuare così".

La panchina di Raspadori?
"È un grande professionista, si comporta in modo esemplare, ma è inutile nasconderlo che tutte queste voci possono rendere confuse le idee e i modi di pensare. Penso che sia una scelta tecnica dell'allenatore. C’è questa trattativa in corso, non è in stallo, quello che ci dispiace è fare a meno di un ragazzo di grande valore in una gara importante. Secondo me il calciomercato deve finire quando inizia il campionato, non dà tanta regolarità al campionato, non fa bene, non è una cosa positiva, ne stiamo risentendo anche noi. Non blocchiamo nessuno, il Sassuolo se deve cedere lo fa a determinate condizioni".

A che punto è la trattativa col Napoli?
"Abbiamo fatto la nostra richiesta, non vogliamo passare per la società che non vende, ma per un giocatore importante essere in questa fase ti porta ad avere confusione. Comunque in un modo o nell'altro questa trattativa deve chiudersi".

Berardi?
"Per noi è il giocatore più importante che abbiamo, non è vero che è stata un’estate tranquilla, ci sono state delle richieste. La nostra volontà è di rinnovare il contratto, speriamo di chiudere la trattativa, per noi è un grande acquisto. Ce l’hanno chiesto sia in Italia che all’estero".

L'obiettivo del Sassuolo?
"Sicuramente l’obiettivo è far si che il Sassuolo possa crescere, la famiglia Squinzi ci ha dato questa possibilità. Al di là di Pinamonti abbiamo acquistato altri due giocatori: l'importante è che nel calcio ci sia programmazione, il mercato aperto credo sia un male, non ti dà la possibilità di farlo. Vogliamo far crescere i giovani, che possono portarci vantaggi non solo economici, ma anche sportivi".