TJ - PECCHIA: "Contento per il punto e la reazione. Bello veder migliorare i ragazzi giorno dopo giorno"

15.09.2019 21:00 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato ad Alessandria
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
TJ - PECCHIA: "Contento per il punto e la reazione. Bello veder migliorare i ragazzi giorno dopo giorno"

Fabio Pecchia ha commentato, in conferenza stampa, il pareggio con la Pro Patria. Tuttojuve.com riporta le sue parole: 

Cosa le lascia questa partita? 

Bisogna essere felici perché è un punto. Veniamo da una partita contro il Siena identica, anzi lì forse un secondo tempo più bello, e c'era rimasto l'amaro in bocca. Oggi dopo una settimana particolare 20 minuti bellissimi in cui abbiamo creato l'impossibile e lì bisogna concretizzare e avere la forza di andare. Io non posso dire niente su quello perché piano piano situazioni del genere vengono sbloccate. Poi il ritorno della Pro Patria, però il secondo tempo abbiamo ancora una volta tenuto la squadra avversaria nella propria metà campo. Il loro gol ci ha un po' tagliato le gambe, ma sono contento perché i ragazzi hanno reagito e lottato fino alla fine. Quindi contento.

Ci sono due belle storie: Oliveri che ritrova il gol e Alcibiade, che torna e regala il punto.

Sono felice per entrambi. Marco per un discorso diverso perché è un attaccante che viene da una stagione particolare e deve anche giocare in un ruolo diverso rispetto a quello che ha fatto l'anno scorso. Riesce ad andare a chiudere la porta, anche in altre partite aveva avuto situazioni, oggi è stato premiato con il gol. Lui deve continuare a lavorare, perché il gol deve essere solo la conseguenza del lavoro. Per Raffa al di là del gol non era semplice dopo quattro mesi buttarlo dentro. Ha reagito e tenuto alla grande. 

Una squadra come la Juve U23 con giocatori di livello internazionale come Han e Mota dove vuole arrivare?

Dove vuole andare l'abbiamo detto. L'obiettivo è chiaro: completare il percorso di crescita di tutti i giocatori che non deve essere solo tecnico, tattico e morale, ma anche di mentalità vincente. Vedremo a fine stagione dove sarà arrivato questo gruppo.

E i due, Mota e Han?

Han è stato fuori dieci giorni, è tornato ieri da un lungo viaggio e Mota era anche lui con la Nazionale questa settimana. Sono giocatori importanti che daranno una grande mano e un grande contributo a tutto il gruppo.

Vediamo sempre più giovani in questa Juve U23. Sia in arrivo dalla Primavera dello scorso anno, come Rosa e Bandeira, che magari da quella di quest'anno. In generale oggi tutti bene, a parte forse la macchia di Loria.

Al di là dell'episodio di Loria, è un gruppo valido e posso pescare giocatori come Bandeira, che poteva anche giocare dall'inizio. Vederli migliorare giorno dopo giorno per me è una grande soddisfazione, chiaro che bisogna aggiungerci i risultati perché la vittoria dà sicurezza. Ci sono tanti giovani sì, ma questa è l'idea dell'Under 23 e se ci sarà da prendere dalla Primavera sono sicuro che troveremo tanti giocatori validi.

Finora non siete mai passati in vantaggio e avete sempre rimontato, non teme che alla lunga non sarà sempre possibile avere reazioni di questo tipo?

La reazione per me è un fatto positivo. Noi non pensiamo di andare in svantaggio per reagire, oggi c'è stato forse l'approccio più bello della stagione e in quel caso bisogna concretizzare. Poi sì la reazione, sempre con testa e lucidità. Col Siena mi era piaciuta molto, oggi anche di più perché abbiamo portato a casa un punto. Bisogna lavorare, queste partite ci servono. Bisogna battere e continuare a battere perché sono convinto che arriveranno i momenti in cui bisogna rincorrere e non gestire.

La partita di mercoledì sarà importante per dare continuità?

Certo. Giocare in casa o fuori non cambia, dobbiamo sempre avere la nostra filosofia, voler giocare e saper soffrire, come oggi. Affronteremo l'Arezzo con lo stesso piglio e la stessa voglia.

Un giudizio sulla Pro Patria? E poi siamo rimasti impressionati da Toure, dove può arrivare?

Oggi si esaltava molto la sua fisicità. E' un giocatore importante, fondamentale. Lo vederemo per lui come per gli altri. C'è il giusto atteggiamento da parte sua, vediamo dove arriveranno questi ragazzi. La Pro Patria l'abbiamo un po' sofferta nella seconda parte del primo tempo. E' una squadra tosta, ma la mia squadra ha combattuto alla grande nonostante la differenza di fisicità