JuventusU23-Alessandria 1-2, le pagelle. Del Favero evita guai peggiori, Kastanos è un disastro

16.09.2018 22:45 di Edoardo Siddi Twitter:   articolo letto 13393 volte
Fonte: inviato ad Alessandria
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
JuventusU23-Alessandria 1-2, le pagelle. Del Favero evita guai peggiori, Kastanos è un disastro

Del Favero 7: il migliore dei suoi, senza discussioni. Compie un grande intervento in occasione del primo gol dell'Alessandria, poi non può nulla sulla ribattuta, e salva poi con due interventi pazzeschi prima del rigore che valo lo 0-2.

Andersson 5.5: si fa troppo spesso prendere in mezzo dagli scambi avversari, fatica enormemente a mettere una pezza in più di un'occasione. Bene invece negli uno contro uno.

Muratore 5: ritorna in mezzo alla difesa, in un ruolo non suo ma che ha ricoperto in passato, anche se non sembra avere la stessa disinvoltura di un tempo. Soffre sempre quando il pallone passa dalle sue parti e poi perde due palloni sanguinosi, che vogliono dire due occasioni d'oro per gli avversari.

Coccolo 6: il migliore della difesa. Ordinato e concentrato.

Zanimacchia 6: non il manifesto della continuità, ma i palloni più pericolosi partono spesso dai suoi piedi. Uno dei pochi a saltare l'uomo, scodella diversi palloni interessanti e non sbaglia nemmeno un controllo.

Leandro Fernandes 6: prova a dare ordine e qualità in mezzo al campo, ma si ritrova a dover soprattutto combattere colpo su colpo. Un infortunio lo costringe a interrompere anzitempo la sua gara (34' Tourè 6: porta fisicità, anche se non riesce ad avere l'impatto sperato sulla gara. Alla fine è utile)

Emmanuello 5.5: comincia bene, ma con il passare dei minuti riduce il livello della sua prestazione. Non riesce a prendere per mano la squadra (63' Di Pardo 5.5: non riesce a farsi vedere, con qualche imprecisione di troppo)

Kastanos 4.5: esperienza in Serie A e Nazionale maggiore, qualità decisamente fuori dal comune. Da lui ci si aspettano giocate che facciano la differenza, ma finisce per fare la differenza solo in negativo. Rischia il rosso nel primo tempo, poi sbaglia quasi tutti i palloni, fino al fallo del rigore che di fatto condanna la Juve.

Beruatto 6: non si risparmia mai, soffrendo come tutta la squadra, ma uscendo vincitore da diversi duelli. (63' Zappa 6.5: non un impatto sulla gara memorabile, ma ha l'enorme merito di sparare in porta il rigore fallito da Pereira, riaccendendo le speranze e dando un senso ai minuti finali)

Bunino 5.5: inizia come uno dei più positivi, sfiorando il gol e poi trovandolo, in fuorigioco. Con il passare dei minuti, però, scompare dal gioco. (51' Pereira 5.5: entra con voglia e si rende anche pericoloso, ma più fumo che arrosto. Sbaglia anche il rigore, ringrazia Zappa che rende l'errore ininfluente)

Mavididi 6: combatte dal primo all'ultimo minuto e sfiora anche il gol in più di un'occasione. Dimostra di aver capito più di tanti suoi compagni che qui non c'è spazio per le carezze.

All. Zironelli 5.5: la sua Juve soffre, ma in realtà non sbaglia l'approccio. Paga gli errori dei singoli e un evidente gap di abitudine alla categoria.

L'AVVERSARIO

Alessandria (4-3-3): Cucchietti 6.5; Tentoni 6.5, Gjiura 6, Prestia 6.5, Fissore 6; Bellazzini 6.5 (51' Gazzi 6), Gatto 6, Maltese 6.5; Sartore 7, Talamo 6.5 (70' Rocco 6.5), De Luca 7 (82' Panizzi sv). All. D'Agostino 7