Juve U23-Pro Patria 2-2, le pagelle. Olivieri e Alcibiade, due belle storie

15.09.2019 19:30 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato ad Alessandria
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Juve U23-Pro Patria 2-2, le pagelle. Olivieri e Alcibiade, due belle storie

Loria 5: dorme sulla rede di Ghioldi che lo beffa con un colpo di testa dal limite. Errore troppo grave.

Rosa 6.5: prova si sostanza e personalità. È il più giovane in campo, ma non si vede mai. Bravo sia in fase difensiva che palla al piede. (69' Bandeira 6.5: soffre tanto in fase difensiva, ma merita il premio per il traversone da cui nasce il gol del pari)

Alcibiade 7: che storia. Ritorna in bianconero, aspetta il suo momento. Poi rieccolo titolare, con la fascia da capitano al braccio. Dà solidità, coraggio e poi ci mette la firma con il gol del pari che regala il primo punto. Davvero da capitano.

Coccolo 6.5: accanto ad Alcibiade regge bene l'urto avversario. Sbaglia pochissimo senza andare mai in difficoltà.

Beruatto 6.5: non sempre sale con i tempi giusti, ma quando lo fa mette sempre palloni interessanti. Chiedere a Olivieri per maggiori dettagli. In fase difensiva, poi, si vede tutta la crescita rispetto alla scorsa stagione.

Toure 6.5: un incubo per gli avversari. È dappertutto. Quando c'è un pallone vagante lui ci piomba e lo fa suo. Poi fa muro e raramente sbaglia la giocata. Discorso valido dal primo all'ultimo minuto.

Clemenza 6.5: il gol del momentaneo pari lo inventa lui, mettendo il pallone in un corriodio che senza la sua qualità non sarebbe stato possibile vedere. Figuriamoci percorrerlo. Poi cerca di restare su ad alimentare l'azione, anche se non sempre i compagni aggrediscono la profondità come vorrebbe (83' Gerbi sv)

Zanimacchia 6: offre qualche palla interessante, si sacrifica spesso con le corse all'indietro per dare una mano ai compagni. (69' Portanova 5.5: cattivo, alla grinta non sempre corrisponde la qualità delle giocate)

Lanini 5.5: tra gli attaccanti quello meno a suo agio. Si muove tanto e svaria, ma quando entra in possesso palla non sempre dà l'impressione di avere le idee chiarisime (56' Rafia 5.5: entra con grinta, gioca qualche buon pallone, ma poi si perde con il passare dei minuto nella ricerca eccessiva della giocata)

Olivieri 7: il suo gol è un'altra bella storia. L'ha voluto e cercato, tra errori e giornate no. Non è mai mancata, però, la grinta. Che non manca nemmeno oggi, quando lo si vede ringhiare su tutti i palloni prima e dopo la rete. In mezzo al tanto sacrificio c'è anche qualche sbavatura, ma oggi il buono supera di gran lunga il negativo (83' Han sv)

Mota Carvalho 6.5: non fa gol e a referto va anzi un colpo di testa spedito alto da buona posizione in avvio. Impossibile però non premiare la sua partita: perché combatte, a tratti fa praticamente quello che vuole e quando i compagni hanno bisogno di qualcuno lui c'è sempre.

All. Pecchia 6.5: non arriva la vittoria (con un pizzico di cinismo o fortuna in più parleremmo di tutt'altro), ma si vedono netti passi avanti. C'è ancora del lavoro da fare, ma l'idea di base è definita.