Guarino: "Juventus Women privilegiata, senza parità di condizioni non ha senso ripartire"

05.06.2020 10:50 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
Guarino: "Juventus Women privilegiata, senza parità di condizioni non ha senso ripartire"

Il campionato italiano femminile rischia di non ripartire proprio nell’anno in cui poteva celebrarsi la sua consacrazione. Dopo il dei 12 medici dei club di Serie A, ieri anche la società si sono divise sulla possibilità di tornare in campo o meno: Juventus, Milan, Empoli, Tavagnacco e Orobica si sono detti favorevoli alla ripartenza, tre club contrari e quattro incerti. La decisione finale verrà presa il prossimo 8 giugno, ma intanto l’allenatrice della Juventus Women Rita Guarino, sulle colonne di Repubblica, dice la sua: “Non vedo l'ora di tornare in campo, ma solo a patto che si decida in fretta e che tutte le squadre siano messe nelle medesime condizioni per farlo. Qui sono una privilegiata, ma siamo solo tre club a poterci permettere di rispettare il protocollo di sicurezza e questo lascia pensare. Bisogna fare i conti con la realtà, finché non si ristabilisce una parità non ha senso ripartire: le giocatrici sono ferme da troppo tempo, devono ritrovare le condizioni necessarie per poter poi giocare una partita. Senza sostegno economico ai club non ci sono le premesse per tornare in campo, servono radici per tenere in piedi l'albero del calcio femminile. Al professionismo bisognerà arrivarci con le giuste strategie e con una pianificazione sostenibile, altrimenti alla prima difficoltà tutto crolla".