Undici metri - Sarri "juventinizzato", Juve "sarriana". Attenzione agli affari di gennaio.

12.10.2019 09:20 di Brian Liotti   Vedi letture
Undici metri - Sarri "juventinizzato", Juve "sarriana". Attenzione agli affari di gennaio.

La partita contro l’Inter ha visto una Juve vincente e convincente. La prova di forza data Domenica scorsa dai bianconeri a Milano significa tante cose: in primis il ritorno in vetta alla classifica, poi una ritrovata solidità difensiva  ma la cosa che mi ha colpito di più è stata la personalità, la compattezza e alcuni momenti di gioco davvero molto bello. Si comincia a vedere quello che vuole Sarri e soprattutto si vede una squadra più consapevole e convinta del percorso intrapreso, e non era una cosa scontata questa. 
 L’azione del gol di Higuain con i famosi 24 passaggi di fila è solo la punta dell’Iceberg. Dietro c’è tanto altro.
Sarri è un pignolo, uno che lavora sul campo, uno che pensa al calcio 24 su 24, che si aggiorna, un maniaco della tattica, uno che non lascia niente al caso. La cosa che mi ha piacevolmente colpito e credo abbia colpito un po’ tutti è come si sia calato con naturalezza nel mondo Juve. Lo si nota anche nelle conferenze stampa, dove è sempre pacato, lucido e dove si parla squisitamente di calcio, di tattica, di aspetti tecnici.
La prova di Milano ha certificato la crescita della Juve sotto tutti i punti di vista.  Va sottolineata la grande prova di Pjanic diventato con Sarri un vero faro. Credo che Miralem sia ad oggi uno dei più forti interpreti del suo ruolo al mondo. Ho visto un Cuadrado sontuoso ormai a proprio agio nelle vesti di terzino destro. Un Dybala finalmente decisivo, un Cr7 a cui è mancato solo il gol e un Higuain letale come solo lui sa essere.
Solo Bernardeschi è parso un po’ indietro.  Ora la vera sfida per Sarri sarà tenere la barra dritta e proseguire in questo percorso di crescita e consolidamento. Non è stato fatto ancora nulla, bisogna continuare cosi.
I giocatori si divertono e stanno entrando nei meccanismi e nella filosofia voluta dal mister.
La sosta per gli impegni delle nazionali rappresenta un’incognita non da poco, storicamente alla ripresa si stenta sempre a girare a mille, anche perché c’è mezza squadra fuori in giro per il mondo con le proprie rappresentative,  vedremo cosa accadrà, ma questa squadra sembra sempre più matura e consapevole della propria forza.
Intanto Sarri pare aver conquistato anche i tifosi scettici. Sui social è sbocciato l’amore tra il mister e gran parte del tifo, merito dei risultati e del bel gioco che si comincia ad intravedere.
Il tempo ci dirà se questa squadra saprà davvero coniugare bel gioco e trofei, intanto il percorso intrapreso sembra quello giusto.
Nemmeno il più ottimista dei tifosi avrebbe pensato che ad Ottobre la squadra girasse già così. Eppure sono convinto che manchi ancora un 30/40 % per vedere la vera Juve, quella che il mister ha in mente.  A parer mio solo a fine anno si vedrà in pieno il vero potenziale di questa squadra.
Dopo la sosta ritorneranno anche De Sciglio e soprattutto Douglas Costa, il brasiliano sarà la freccia in più per scardinare in velocità le difese avversarie e far saltare il banco.
Con Douglas Costa Sarri potrà di tanto in tanto tornare al suo 4-3-3 ma sono discorsi ancora prematuri. Intanto a fari spenti si lavora anche per la finestra di Gennaio del mercato. C’è da snellire un po’ la rosa, cercando una sistemazione per chi non ha avuto spazio (un nome su tutti è quello di Mattia Perin) e come sempre si cercherà di cogliere le occasioni e magari cercare qualche giocatore scontento che intende cambiare aria. Quest’anno pare che alcuni campionissimi raggiungibili ci siano,  basti pensare a Isco, Rakitic, Bale, tanto per fare alcuni nomi. Occhio però, perché storicamente a Gennaio non sempre si sono fatti affari memorabili. Occorre valutare bene le cose e ponderare il da farsi.
Nelle ultime ore per la Juve è tornato di moda il nome di Pogba che a Torino tornerebbe di corsa. La valutazione “monstre” del Manchester United non prevede cifre sotto i 100 milioni di euro, la Juve potrebbe proporre anche giocatori oltre al cash per avere il Polpo (si parla in particolare di Emre can e Mandzukic, entrambi molto apprezzati dai Red Devils).
Pogba è un vero e proprio pallino di Fabio Paratici e piace molto a Sarri. La Juve farà di tutto per far tornare il francese, ma non sarà un’operazione semplice.