Undici metri - Locomotiva Inter, vietato distrarsi. Nodo attacco, ancora una scelta difficile per Sarri. La Juve ha già in casa il vice Alex Sandro. La Champions condizionerà mercato estivo

30.11.2019 01:45 di Brian Liotti   Vedi letture
Undici metri - Locomotiva Inter, vietato distrarsi. Nodo attacco, ancora una scelta difficile per Sarri. La Juve ha già in casa il vice Alex Sandro. La Champions condizionerà mercato estivo

Neanche il tempo di godere per la prova convincente e vincente contro l’Atletico del Cholo Simeone in Champions che è tempo di rituffarsi in Campionato dove Sarri e i suoi non possono concedersi pause o cali di tensione, l’Inter infatti è sempre lì, pronta ad approfittare di eventuali sbandate dei bianconeri. Proprio questo sarà il duello che ci porteremo avanti sino a fine Torneo. I nerazzurri viaggiano come una locomotiva, la “cura Conte” funziona, l’Inter sta andando oltre ogni aspettativa e ad oggi rappresenta la più accreditata (forse l’unica) vera rivale della Juve in chiave scudetto. Forte, tosta, con una difesa di ferro, tanta grinta e una coppia d’attacco davvero eccezionale (Lautaro-Lukaku). I nerazzurri non avevano due attaccanti così forti e ben assortiti dai tempi di Milito - Eto’o, insomma ci sono tutti i presupposti per continuare a sognare, soprattutto se a gennaio dovessero arrivare rinforzi importanti (soprattutto a centrocampo).


Per questo la Juve non può dormire sogni tranquilli. La gara di Domenica in casa contro il Sassuolo nasconde insidie, è la classica gara-trappola, occorrerà stare con gli occhi aperti. De Zerbi è un allenatore capace e bravo e i neroverdi hanno raccolto dal mio punto di vista meno di quanto meritassero in questo inizio di stagione. Giocare contro il Sassuolo è sempre un problema. E’ chiaro che la Juve ha tutte le intenzioni di  proseguire la sua marcia e cercare di dare continuità (come qualità e velocità di gioco) alla bellissima prima frazione disputata contro gli l’Atletico. Sarà una gara molto interessante, sarà interessante capire soprattutto chi giocherà davanti con Cr7, in questo momento tenere fuori uno tra il divino Dybala e il totem Higuain sembra un sacrilegio ma tant’è. Questa staffetta (che tra l’altro pare essere stata ben accettata e metabolizzata dai giocatori) credo ce la porteremo dietro fino alla fine della stagione.

Dietro potrebbe rientrare Cuadrado sull’out di destra e a centrocampo potrebbe rifiatare Bentancur con Bernardeschi che giocherà probabilmente da trequartista dopo gli importanti segni di risveglio visti Martedì scorso.
Intanto il mercato di Gennaio è alle porte. La Juve dovrebbe fare poco o niente in entrata mentre in uscita qualcuno potrebbe (dovrebbe) salutare la compagnia, gli indiziati sono Perin, Mandzukic e Emre Can. Occhio come sempre alle opportunità, soprattutto a centrocampo …
Fino a qualche settimana fa pensavo che alla Juve servisse un terzino sinistro capace di far riposare Alex Sandro, faccio pubblica ammenda, il De Sciglio visto nelle ultime uscite sta sorprendendo anche sulla fascia mancina e credo sia un ottimo profilo che Sarri ha saputo rigenerare.
Sul fronte mercato si sta lavorando già per giugno quando accadranno diverse cose. Due sono i pallini di Paratici: Pogba e Icardi. Sarà complicato arrivare ad entrambi ma la Juve ci proverà. Interessante capire anche quello che sarà il futuro di Cr7 dopo gli spifferi giunti ultimamente dalla Spagna. Resterà? Molto dipenderà anche dal cammino in Champions dei bianconeri. Fino alla fine.