Pogba c'è ma si fa attendere. Gatti ha il futuro dalla sua, ma lasciamo stare il nuovo Chiellini. Fagioli, Rovella, Miretti: ne resterà solo uno?

14.06.2022 00:10 di Ivan Cardia Twitter:    vedi letture
Pogba c'è ma si fa attendere. Gatti ha il futuro dalla sua, ma lasciamo stare il nuovo Chiellini. Fagioli, Rovella, Miretti: ne resterà solo uno?
TuttoJuve.com

La Juventus ha fatto tutto quello che poteva fare. Si è messa alla finestra, ha aspettato l'occasione, ha accettato anche la seconda fila cui sembrava destinata vista la presenza del PSG, si è giocata le sue carte e a a qualcosa sono servite. Ora la palla è nei piedi di Paul Pogba, che la sa tenere ma ci sta giocando. E pazienza se l'attesa per i tifosi bianconeri è dolce: sempre di attesa si tratta. Il grande ritorno, a oggi, non pare destinato a sfumare. Certo, ogni minuto che manca alla chiusura definitiva - finché non c'è, da Parigi si vorrebbero inserire - è un minuto di troppo.

Fatta la doverosa premessa sul Polpo francese, spazio a chi ha rubato la scena con la Nazionale. Federico Gatti ha convinto la Juventus, ha portato i bianconeri a operare lo "scippo" nei confronti del Torino, ha spinto Mancini a farlo giocare in azzurro senza mezzo minuto in Serie A. Ha mezzi e voglia, ha l'età che serve e in poche parole ha il futuro dalla sua. Può diventare uno dei grandi protagonisti del futuro, bianconero e azzurro. Però una cosa va detta: lasciamo da parte l'etichetta di nuovo Chiellini. Non gli serve, non ci serve, non fa bene a nessuno. Altrimenti si va il gioco di chi questi ragazzi li brucia: diamogli il tempo che serve, né troppo né troppo poco. E non c'è bisogno di essere il "nuovo" qualcuno, un peso che non porta lontano.

A proposito di giovani, a centrocampo la Juve avrebbe Fagioli, Rovella e Miretti. La situazione più delicata è quella legata al primo: ha il contratto in scadenza nel 2023, nei prossimi giorni il suo agente vedrà i vertici bianconeri, c'è da capire se a Torino ci puntano o no. La risposta fondamentale deve darla Massimiliano Allegri, tra i primi a notarne il talento, non abbastanza però da buttarlo nella mischia dei grandi. In Spagna questi tre ragazzi avrebbero già esordito. Non siamo in Spagna, pazienza. Ma, visti alcuni nomi circolati per il centrocampo della Juve - bravi, per carità - viene il dubbio che almeno un paio fra i tre menzionati sopra potrebbero giocarsela. La sensazione, viceversa, è che ne resterà solo uno: non è un peccato?