LA LANTERNA VERDE - Vecchia Signora-Dybala, il rinnovo sa da fare… A tutti i costi! E su Juventus-Milan…

11.06.2020 00:50 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE -  Vecchia Signora-Dybala, il rinnovo sa da fare… A tutti i costi! E su Juventus-Milan…

Ci risiamo. Tanto per cambiare, eccoci a parlare del futuro di Paulo Dybala. Per fortuna, rispetto ad un anno fa, la situazione è diametralmente opposta. L’estate scorsa facevo gli scongiuri per evitare una cessione (all’Inter) che avrebbe avuto conseguenze catastrofiche sulla Juventus, con benefici enormi all’ex diabolico duo bianconero Marotta-Conte. Questa volta, invece, si disquisisce sulle “modalità per blindare la Joya”. Di colpo, tutti hanno capito che un talento cristallino come quello dell’argentino va preservato e protetto da ogni tipo di predatore. Paulo Dybala ha usato un mezzo piuttosto ingombrante come la CNN per mandare un chiaro messaggio ai vertici bianconeri: “Sto bene qui ma parliamo del mio futuro”. Una richiesta legittima, forse temporalmente fuori luogo ma anche rispettabile, visto che, in gioco, c’è il futuro del giocatore più forte (marziano a parte) del campionato italiano. Andiamo per gradi. L’entourage del giocatore avrebbe sparato alto: 15 milioni di euro di ingaggio, netto, ogni 12 mesi. Nel calcio post Covid-19, una cifra simile è da considerarsi piuttosto elevata. La Juventus, come tanti altri top club, non sa quando e se tornerà a fatturare “normalmente”. Il timore di non riuscire a generare gli introiti di qualche mese fa è tangibile. Si pensi alle parole di Klopp, a capo di un club, il Liverpool, sempre ben disposto a spendere. L’allenatore dei Reds ha dichiarato che, nel prossimo mercato, il Liverpool non farà pazzie, non sapendo quanto incasserà nei prossimi mesi… Un discorso intelligente e corretto (anche eticamente). Quindi? Che accadrà con Dybala? Calma e sangue freddo… Meglio ricordare che il marziano va a scadenza nel giugno del 2022. Dal 1 luglio in poi, la Juventus non avrà più a bilancio 31 milioni netti (il doppio lordi). Un “risparmio” che dovrebbe favorire l’ascesa economica di Dybala. Ovviamente la Joya non arriverà mai a percepire l’ingaggio di CR7 (sempre che non vinca tutto con la Juventus e faccia incetta di Palloni d’Oro) ma, indubbiamente, qualche ritoccatina verso l’alto del suo stipendio è possibile…
Come se non bastasse, c’è anche la “questione” Miralem Pjanic sul piatto. Il bosniaco costicchia alla Juventus (circa 7,5 milioni di euro netti, bonus compresi, all’anno). Dovesse partire, la Juventus potrebbe investire parte di quei soldi già messi a bilancio per il bosniaco (contratto garantito sino al 2023) per accontentare la Joya e, con un budget di 3/4 milioni di stipendio, cercare contestualmente il giusto erede di Miralem Pjanic. Da non sottovalutare anche la pista Adrien Rabiot. Arrivato a parametro zero, potrebbe regalarci delle soddisfazioni. Visto che in campo va ad intermittenza, potrebbe diventare una plusvalenza importante per le casse bianconere… Insomma, tutti sereni e tranquilli: Paulo Dybala non andrà da nessuna parte e la Juventus troverà il modo di farlo sorridere, in campo e fuori…
Chiudiamo con Juventus-Milan. Tutti a chiedersi che tipo di gara dobbiamo aspettarci… Io consiglio di gustarsi la partita, senza farsi aspettative di qualsiasi genere. Forse ha ragione l’amico Antonio Nocerino quando mi dice che “… nulla di scontato, si ripartirà tutti da zero” o, forse, ha ragione l’amico Marino Magrin quando mi spiega che “… la rosa della Juventus è superiore a tutti e farà la differenza”. A me, quello che interessa, è poter riassaporare, anche se ancora da lontano (non vedo l’ora di tornare all’Allianz Stadium, insieme a tutti i tifosi bianconeri), il pallone che torna a rotolare. Se poi segnasse Dybala…