LA LANTERNA VERDE - CR7 va magnificato, Emre Can recuperato, De Ligt salvato…

09.01.2020 07:33 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - CR7 va magnificato, Emre Can recuperato, De Ligt salvato…

Nella settimana dei titoloni a favore dell’immenso Ibrahimovic (felice che sia tornato, auguri per la probante sfida in rossonero), Cristiano Ronaldo ha deciso di fare le cose in grande: prima tripletta in Serie A e chiaro messaggio a tutti (Zlatan compreso): “L’Italia è mia, guai a chi prova a sottrarmela”. Spariti come pollame in una vasca di piranha, coloro che hanno provato ad ipotizzare un “CR7 ormai in fase calante”. Ora tutti ne lodano le magie, la classe, il saper ingannare anche la carta d’identità. Ci vuole moderazione e competenza nel giudizio. Il portoghese non è più quello di Manchester e neppure lo stesso giocatore di Madrid. Il dribbling è un’arma meno affidabile ma, in compenso, la sua capacità di incidere sulle partite e, se possibile, aumentata. Ritrovata la forma fisica, il cinque volte Pallone d’Oro ha ritrovato anche la vista in zona gol. Una vista a Raggi X che gli permette di vedere traiettorie e corridoi che altri non vedono… CR7 va magnificato per il semplice fatto di essere CR7, solo questo! Il CIES (che rispetto, come tutti gli “ordini statistici) ha dichiarato che vale 80,3 milioni di euro, di fatto circa 1/3 del valore di Mbappé… Non me ne voglia nessuno ma io mi tengo ancora il vecchietto di quasi 35 anni (li compirà il prossimo 7 febbraio).
Così come mi terrei, se possibile, Emre Can. Sul proprio profilo Instagram, il centrocampista tedesco ha postato delle parole significative: “Ottimo inizio del 2020 con i tre punti”. Chiaro il riferimento alla gara vinta con il Cagliari ma altrettanto chiaro il volersi scrollare di dosso un 2019 (soprattutto la seconda parte) in ombra (e non per colpa sua). Con Rabiot e Ramsey ancora avvolti da grandi punti interrogativi, non è da escludere che la Juventus (e Sarri) si siano convinti che uno come Emre Can possa tornare molto utile alla causa bianconera. In fin dei conti, il quasi 26enne tedesco (ricordategli di fargli gli auguri il 12 gennaio) conosce perfettamente il mondo Juventus e, lo scorso anno, ha fatto vedere di poter dare un contributo prezioso. La sensazione è che, se Sarrigli darà fiducia e spazio in campo, Emre Can potrebbe abbandonare l’idea di andare altrove e tornare, a pieno regime, nel motore della Vecchia Signora. Io me lo auguro, non vedo perché privarsi di un classe 1994 già sotto contratto, dalle ottime qualità fisico/tecniche e con tanta voglia di dimostrare di “essere da Juventus”. Ritirarlo da mercato potrebbe essere la giocata migliore del mercato di gennaio di Paratici…
Chiudo con De Ligt. In tanti continuano a ribadire che non c’è nessun caso attorno all’olandese. Non sarà un caso ma, sicuramente, il giovane gioiello non può essere felice di questa nuova situazione che si è venuta a creare. Sarri, di colpo, ha deciso che Demiral è più utile dell’ex capitano dell’Ajax. Serve un marcatore puro, uno “cattivo”, uno che “aggredisce l’avversario”. Il turco è più in forma di De Ligt, quindi gioca lui… A me, personalmente, mi pare una forzatura… Sicuramente Demiral è un eccellente giocatore ma, personalmente, De Ligt lo vorrei sempre in campo. Può diventare un marcatore migliore, un “cattivo e aggressivo” difensore ma lo può diventare solo se gioca… Se resta in panchina, sarà dura progredire per lui… Chiaro, Bonucci non si tocca e Demiral, per caratteristiche tecniche, sembra sposarsi meglio con il capitano bianconero. E quando tornerà Chiellini? Davvero Bonucci verrà fatto accomodare in panchina per far giocare De Ligt? Nutro qualche dubbio in proposito e la paura che l’olandese possa guardare tante partite dalla panca è forte… Non credo sia una buona idea, come non lo era tenere Dybala in panchina e come non lo è stato lasciare Emre Can fuori dalla lista Champions League. Per fortuna, il campo non mente mai…