LA LANTERNA VERDE - CR7 OBBLIGATORIO, LOCATELLI NECESSARIO E SARRI INOPPORTUNO

08.07.2021 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - CR7 OBBLIGATORIO, LOCATELLI NECESSARIO E SARRI INOPPORTUNO

Tra pochissimo si tornerà a concentrarsi sulle faccende di casa. Mentre la Premier League ha fatto sapere che, ad agosto, gli stadi saranno pieni, al 100%, di tifosi, in Italia ci si interroga su ogni questione, anche la più insignificante, dimenticandosi che la vita è soprattutto azione ma non solo davanti ad una tastiera. Meglio non andare oltre, preferisco concentrarmi sulla Juventus che verrà…
Onestamente è un bel mistero la seconda creatura di Max Allegri… Al momento, ci sono più dubbi che certezze. Ormai pare chiaro che Cristiano Ronaldo, salvo imprevisti, resterà a Torino. Da tifoso di calcio, sono entusiasta di poterlo rivedere in bianconero (magari per due anni), da sostenitore della Vecchia Signora sono effettivamente preoccupato. La domanda è sempre la solita: riuscirà Allegri a convincere CR7 ad essere meno CR7? Impossibile ipotizzare una risposta sensata… Diciamo che dovranno trovare un modo per convivere e, solitamente, non è il massimo per ricominciare un rapporto… Impossibile pensare che Cristiano Ronaldo possa continuare a giocare nel modo e nei tempi che preferisce. Serve una sua evoluzione ma, affinché possa avvenire, deve essere lui il primo a crederci. Sarà disposto a restare in panchina qualche partita in più? Ad essere sostituito quando non è in giornata e, perché no, a giocare da punta centrale vera? Chissà…
C’è voglia, in tutto l’ambiente bianconero, di volti nuovi. Tanti sperano che si presenti a Torino Pogba. No, ragazzi, non è fattibile… Troppe condizioni favorevoli si devono verificare per rivedere il Polpo in bianconero. Vero, nel mercato tutto è possibile ma non nel mercato post pandemia. E Locatelli? Necessario… Uno come lui farebbe comodo. Ha voglia di brillare in una grande (dopo essere stato scartato dal Milan), è italiano e, con le cure di Allegri, potrebbe diventare ancor più favoloso in mezzo al campo. C’è un problema: costa parecchio e la Juventus non è l’unico top team a desiderarlo. Per fortuna, la volontà del centrocampista azzurro pare sia quella di vestirsi di bianconero. Incrociamo le dita…
Si è parlato anche molto di Sarri. Chiaramente sono state dichiarazioni inopportune ma, onestamente, anche piuttosto prevedibili. Non c’è mai stato un gran feeling tra la Juventus e Sarri. Normale che ci siano dei dissapori. Non avrà festeggiato lo Scudetto come sperava ma, grazie alla Juventus, ha comunque vinto il massimo trofeo italiano, scontato o no che fosse… Sicuramente ci sarà da divertirsi alla prossima sfida, allo Stadium, con in campo Juventus e Lazio (sperando che ci siano anche i tifosi bianconeri allo stadio). Qualcuno farà sicuramente notare a Sarri di essere stato un po’ troppo inappropriato. Sarà divertente…
Tuttavia, meglio ricordarsi sempre che Sarri è il passato (anche piuttosto breve) mentre il presente e il futuro si chiama Allegri. Inutile perdere tempo con il passato quando c’è da creare un futuro ancor più luminoso. Non manca molto, tra poco si tornerà a concentrarsi sulle faccende di casa. Lo sanno tutti, anche Sarri… In un modo o nell’altro, si ripartirà da zero, ancora una volta. Tutti contro la Juventus e la Juventus contro tutti. Come è sempre stato e come sempre sarà…