LA LANTERNA VERDE - C’ERA UNA VOLTA RE ARTHUR… E IL BIONDO FEDERICO?

10.06.2021 00:29 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - C’ERA UNA VOLTA RE ARTHUR… E IL BIONDO FEDERICO?

“Non abbiamo parlato del mio ruolo, ma sono abbastanza duttile, posso giocare a due davanti alla difesa, così come nel centrocampo a tre. Posso stare al centro, ma fare anche la mezzala”. Parole di Arthur nel giorno della sua presentazione (2 settembre 2020) come nuovo giocatore della Juventus. Valutazione del cartellino spropositata (70 milioni più bonus) nell’affare che ha portato Pjanic a vestirsi di blaugrana. Bene, a distanza di neanche un anno solare, di gente rimasta fedele a Re Arthur non se ne trovano più in circolazione. Sono spartite, così come la fiducia nel brasiliano. Chiamato per prendersi in mano le redini del centrocampo e fare il Pirlo in campo, consigliato dal Pirlo in panchina, l’ex blaugrana ha fallito miseramente. Ricordo la prima partita che ho visto, all’Allianz Stadium, con Arthur in campo e non dimentico il commento del mio collega (evito nome): “Ma sa solo passare la palla a tre centimetri di distanza?”. Ci abbiamo scherzato sopra poi, con il passare delle settimane, lo scherzo si è tramutato in un devastante incubo. Ho sentito persone, da sempre anti-Pjanic, arrivare al punto di rimpiangere il bosniaco. Va beh, acqua passata. E’ stato sfortunato, non si è adattato al calcio italiano, non stava bene fisicamente, chissenefrega… Ora si volta pagina o forse no? Eh, ragazzi, qui casca l’asino. Arthur ha un valore economico bello alto. In primis, ha un contratto garantito con la Juventus sino al giugno del 2025 (2025, ripeto). Inoltre, il brasiliano incassa cinque milioni di euro netti a stagione che possono arrivare a sette con svariati bonus. E, per concludere, il suo cartellino non può essere “svenduto”. Diciamo che servirebbero 50 milioni per star sereni…
Tutto chiaro? Bene, quindi siete arrivate alla mia stessa conclusione: chi può acquistare Re Arthur a queste condizioni, in questo momento economico? La risposta giusta sarebbe il PSG, tanto quelli comprano tutti ma, piccolo problema, a centrocampo sono più che completi. La butto lì: il prossimo anno Arthur sarà ancora bianconero e toccherà ad Allegri cambiargli i connotati e renderlo una risorsa importante per la Vecchia Signora… Auguri…
E poi c’è il biondo, ossia Federico Bernardeschi. Non c’è estate senza che il suo nome sia inserito in mille voci di mercato. Questa volta, rispetto al passato, c’è un Europeo di mezzo. Dovesse far bene (in Nazionale ha fatto vedere buone cose), ecco che qualcuno potrebbe anche farsi avanti… Dovesse far male, ecco che Allegri dovrà intervenire e capire come renderlo utile per la causa bianconera.
Avete presente Wolf di Pulp Fiction. Ecco, mi vedo Allegri in quel ruolo: “Sono il signor Max: risolvo problemi”. Speriamo… Onestamente, di questo passo, Allegri non avrà un attimo di pausa. C’è tanto, tantissimo da sistemare…