LA LANTERNA VERDE - Ansia. Questo penoso sentimento d’attesa…

06.06.2019 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Ansia. Questo penoso sentimento d’attesa…

Pierre Marie Félix Janet è stato un luminare francese. Nato e morto a Parigi (1859-1947), è stato uno dei precursori della psicanalisi. Autore di innumerevoli saggi, contributi scientifici e libri, è il padre della frase “Ansia. Questo penoso sentimento d’attesa”, o almeno così dicono… Bene, di Pierre Marie Félix Janet so poco o nulla (ma mi riprometto di provare a leggere un suo saggio), ma dell’ansia credo di saperne abbastanza… Ve lo confermo: sono in ansia, non sto più nella pelle. Non vedo l’ora che arrivi il comunicato ufficiale con evidenziato, a caratteri cubitali, il nome del nuovo allenatore della Juventus. Paratici ha, giustamente, dichiarato che non c’è fretta e, dal suo punto di vista (lui le cose le sa, noi no), è tutto logico, chiaro, normale. Ma, per noi che viviamo di notizie e scoop, questa attesa è logorante… Inoltre, con l’avvento dei social network, ogni secondo è portatore di “bomba esclusiva di mercato”. Quindi, si torna al concetto iniziale di Pierre: “Ansia. Questo penoso sentimento d’attesa”…Fortunato lui che, ai suoi tempi, non aveva a che fare con i vari “intrighi di mercato”. Oggi tutto è “oscurato”. La società Juventus è maestra nel saper lavorare senza che trapeli nulla. Tutti dicono di sapere ma, in realtà, nessuno sa nulla, se non i diretti interessati. Su Sarri mi sono già espresso, su Guardiola pure, quindi? Quindi vivo nell’ansia…
Per fortuna c’è altro di cui disquisire. Ad esempio il “caso Chiesa”. Non è un segreto (almeno questo) che la Vecchia Signora sia sulle tracce del 21enne gioiellino viola. Ora la Fiorentina è finita nelle mani di Commisso, uno che si è fatto da solo. Convincerlo a privarsi del suo miglior giocatore non sarà affatto una passeggiata. Commisso è ambizioso, vuole lasciare il segno e Chiesa è il suo condottiero. Credo che potrebbe davvero restare a Firenze, almeno per un’altra stagione. Non nutro grandi speranze neppure sulla “pista Pogba”. Lo United non può permettersi un altro anno da comprimario. Ha bisogno di una squadra super e, con il Polpo, diventa più semplice pensare di poter tornare a vincere. Come se non bastasse, il francese costa uno sproposito. Perché mai la Juventus dovrebbe fare una follia economica simile? E Icardi? No, anche da questo punto di vista ritengo che tutto finirà in una bolla di sapone. Maurito è bravo ma è unclassico puntero d’area di rigore. Serve davvero uno con le sue caratteristiche così alla Juventus? Sacrificare Dybala per Icardi avrebbe un senso? No, assolutamente no… Teniamoci Dybala e ricordiamoci che c’è un certo Mandzukic che, in area, sa cosa fare… Quindi? Quindi restiamo tutti in attesa e, prima o poi, sapremo qualcosa…
Per fortuna qualcosa l’abbiamo saputa. CR7 ha terminato il suo lungo periodo d’ansia. Kathryn Mayorg, secondo Bloomberg, avrebbe ritirato la sua accusa di stupro, mossa, a fine settembre, nei confronti del portoghese. Non è dato sapere se le parti abbiano trovato un accordo, ciò che è certo è che Cristiano Ronaldo si è tolto una bella scimmia dalla spalla. Anche se ha sempre ribadito la sua innocenza, non era semplice convivere con un’accusa di stupro. Ah no, non è così. L’accusa di stupro è ancora valida, i documenti sono stati solo depositati altrove. Tradotto: l’ansia per CR7 non è conclusa… Un bel problema, lo sa bene anche Neymar che è arrivato al punto di mettere online di tutto per dimostrare la sua innocenza. Onestamente, l’accusa di stupro nei confronti del brasiliano sembra non reggere (si parla sempre più di aggressione, non di stupro) ma potrebbero esserci delle sorprese… Anche per O Ney guai in vista, visto che si vocifera di un clamoroso filmato che lo riguarda da vicino (e l’agitazione aumenta). Insomma, tanta ansia per entrambi, forse esagerata, sicuramente fastidiosa. Pierre Marie Félix Janet avremmo tanto bisogno di un tuo consulto…Come si convive con l’ansia? Magari mi compro davve