LA JUVE IN GOL - CLAUDIO ZULIANI: “Luci ed ombre dei bianconeri mondiali”

23.11.2022 00:05 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Fonte: di Claudio Zuliani
LA JUVE IN GOL - CLAUDIO ZULIANI: “Luci ed ombre dei bianconeri mondiali”

È cominciato il mondiale degli undici giocatori bianconeri che vogliono confermarsi o riscattarsi a seconda dei casi.

Ha recuperato in tempo per l’esordio l’americano Weston Mckennie che dopo aver ringraziato la Juve per il lavoro svolto, tendente a preparalo per questa manifestazione, ha pareggiato contro il Galles di un Ramsey sottotono (sai che novità) confermandosi uomo squadra per la nazionale a stelle e strisce.

Il suo futuro juventino resta in bilico perché è in programma il riscatto di Locatelli e l’esplosione del giovane Fagioli non gli garantisce una conferma per la prossima stagione.

L’Argentina piange lacrime amare, in vantaggio sui sauditi, viene rimontata dall’Arabia che dichiara festa nazionale per questa impresa.

Paredes regista basso non impressiona ed esce dopo un’ora di gioco. Se non riuscirà a convincere in questo mondiale, difficilmente verrà riscattato dalla Juve. Di Maria sforna un paio di assist dei suoi ma non basta, si eclissa con l’andare del tempo. Lui ha solo una stagione per lasciare un timido ricordo tra i tifosi della Juventus ma deve fare di più, molto di più.

Milik non ha bisogno di dimostrare e non sono i minuti finali del pareggio polacco a fare testo. Sczcesny lascia il segno salvando il risultato e ci siamo abituati.

Non è tra questi giocatori quello che i tifosi bianconeri hanno criticato aspramente fino ad un mese fa: Adrien Rabiot. Con la Francia sotto di un gol contro l’Australia gli bastano pochi minuti per segnare di testa il gol del pareggio e recuperare palla in avanti prima di servire l’assist per il gol del sorpasso transalpino.

Luci ed ombre in attesa dei brasiliani.