L'IMBOSCATA - A Firenze esame ostico. Un uomo può cambiare stagione Juve. Designazione Irrati: contentino al pueblo viola? Bilancio, ecco perchè non è allarme "rosso". il nuovo San Siro, lo spogliatoio ospite e l'effetto "cacca"

13.09.2019 01:25 di Andrea Bosco   Vedi letture
L'IMBOSCATA - A Firenze esame ostico. Un uomo può cambiare stagione Juve. Designazione Irrati: contentino al pueblo viola? Bilancio, ecco perchè non è allarme "rosso". il nuovo San Siro, lo spogliatoio ospite e l'effetto "cacca"

La buona novella è che Maurizio Sarri sarà in panchina a Firenze. Con la salute non si scherza e credo che persino a Napoli dovrebbero dirgli “bentornato“.

 Suonano campane a morto sul futuro finanziario di Madama.

Il doppio rosso in bilancio è un campanello d'allarme?  Non lo è.  Né per ora, né per il futuro. 

 Il debito è sostenibile. Gli asset della Juventus sono solidi. Quali sono gli asset? Stadio, Museo, J Medical, J Center con la chicca del nuovo albergo. Gli sponsor hanno allargato (e allargheranno) i cordoni della borsa. Marketing e Brand (al pari della penetrazione sui social) sono in espansione. La Juve sta avendo successo sui mercati orientali. La visibilità sui quali, ha determinato la richiesta della Juve, alla Lega, di poter giocare frequentemente alle 15.00.   

Si giocherà a Firenze, cercando la forma migliore in vista della trasferta di Madrid, con il ricordo, la scorsa stagione, di una batosta (nel gioco più che nel punteggio) che quasi certamente minò la posizione di Max Allegri.

Si giocherà a Firenze dove ancora una volta una fetta della Fiesole si è distinta per gli schifosi cori sui morti dell'Heysel.

 Il presidente Commisso si è indignato (e va bene) ma poi il suo vice Joe Barone, uno che con un cognome del genere avrebbe fatto faville in un film di Bud Spencer, dopo aver proposto ad Andrea  Agnelli di “entrare assieme sul terreno del Franchi“ si è rimangiato tutto con un esaustivo “neppure per qualche miliardo“. Delle due l'una: o a Firenze ci sono due linee di condotta a livello dirigenziale, oppure a Firenze stanno facendo il gioco delle tre tavolette.

In una partita nella quale Montella si gioca tanto, considerato che la Viola dei giovani è ancora a zero punti, Sarri probabilmente non farà variazioni o ne farà poche rispetto all'undici che ha sconfitto il Napoli.  Sono curioso (se entrerà)  di vedere Ramsey: l'uomo che a mio avviso potrebbe cambiare la stagione della Juventus. Ma sono curioso di vedere Ribery che certamente troverà stimoli nel confronto con un Cristiano Ronaldo apparso con la sua Nazionale in forma strepitosa .

Terrei d'occhio Gonzalo Higuian: mi pare carico e molto motivato .

A giorni Andrea Barzagli entrerà nello staff di Sarri. E' una buona notizia per l'allenatore della Juventus. Su “Marte“ poter contare sui pareri e l'esperienza di gente come, Buffon , Barzagli, Chiellini è un valore aggiunto.

Firenze sarà una tappa ostica. Dal punto di vista tecnico e da quello ambientale.

Va detto che il designatore arbitrale, davvero, se le va a cercare. Fiorentina – Juventus sarà diretta dall'internazionale Massimiliano Irrati, buon arbitro, ottimo varista.

 Irrati è della sezione di Pistoia ma è nato a Firenze. Personalmente mi importa un tubo. Io sono uno che  “comprende” gli errori arbitrali. Eventualmente anche quelli di Irrati, se ci saranno. Ci sono gli arbitri bravi. E ci sono quelli scarsi, purtroppo. Ma la designazione di Irrati, sembra un contentino al pueblo fiorentino dopo i danni causati da Massa . 

Quanto agli juventini, pensino quello che gli pare. Non c'è anima (“per il bene del campionato italiano”, ovviamente ) che non si auguri che per una stagione Madama rimanga a stecchetto.

A Milano c'è il nuovo che avanza. Sono talmente “nuovi“ che chi ha progettato il nuovo stadio (condiviso da Inter e Milan) ha pensato a spogliatoi per la squadra ospite che “incutano timore”. Non è chiaro come. Forse sotto ai lettini dei massaggi ci saranno chiodi come nei letti dei fachiri.

 Forse i cessi saranno alla “turca“: hai visto mai che accucciandosi per sbrigare le faccende corporali a un giocatore non venga uno stiramento ?

Se pensate stia scherzando, documentatevi: “ Corriere di Milano, mercoledì 11 settembre 2019. Titolo a  pag 2 a firma Maurizio Giannattasio che è un bravissimo, stimato collega: “Stadio semicoperto e guerra psicologica con gli spogliatoi“ .

 La richiesta (ma fanno sul serio?) di  “incutere timore agli avversari fin dallo spogliatoio“ è una delle prescrizioni - scrive Giannattasio -  che i progettisti (ne sono rimasti in lizza due ) hanno dovuto seguire su indicazione del committente: Inter e Milan .

Ci vorrà un po' di tempo, ma sapremo. Prima o dopo lo stadio lo costruiranno, quasi certamente abbattendo il Meazza. Prima o dopo qualcuno affronterà nel nuovo impianto l'Inter o il Milan e  andrà a fare la cacca nei bagni dello spogliatoio degli ospiti. Qualche cronista raccoglierà la testimonianza. E qualche giornale magari farà un titolo del tipo: “Fare la cacca nel nuovo stadio di San Siro è una esperienza terrorizzante“ .

Oh yes.