IL SANTO DELLA DOMENICA - IL RITARDO SULL’ATTACCANTE COMPLICA LE PRIME GIORNATE. PER NEDVED E PARATICI ECCO IL VERO ESAME DI MATURITA’. BUENA SUERTE PIPITA   

13.09.2020 00:05 di Alessandro Santarelli   Vedi letture
IL SANTO DELLA DOMENICA - IL RITARDO SULL’ATTACCANTE COMPLICA LE PRIME GIORNATE. PER NEDVED E PARATICI ECCO IL VERO ESAME DI MATURITA’. BUENA SUERTE PIPITA   

Un’altra settimana senza il numero 9, altri 7 giorni passati tra passaporti, esami d’italiano e storie su instagram. Giovedì invece si è  ufficialmente chiusa l’avventura in maglia bianconera di Gonzalo Higuain, al quale va un saluto carico di affetto e un grazie di cuore per due anni, i primi, in cui ci ha regalato davvero tante gioie. Buena Suerte Pipita.

Nel frattempo prepariamoci ad affrontare la prima giornata di campionato, e chissà forse anche la seconda, senza il centroavanti titolare. Un problema? Si, al netto di una rosa comunque importante in grado di sopperire a questa iniziale assenza. Vedo l’intoppo sinceramente in prospettiva. Pirlo avrebbe avuto bisogno del perno offensivo con un certo anticipo, per modulare la squadra e soprattutto per capire che tipo di centrocampo affiancarli. Con Suarez o con Dzeko, tanto per fare due esempi attuali, l’equilibrio della squadra cambia nettamente. Il neo allenatore si troverà dunque costretto a sperimentare in corsa, e quanto mai nella prima fase di stagione, anche i singoli campioni diventeranno fondamentali e probabilmente decisivi.  

La corsa al decimo consecutivo, vero obiettivo dell’annata , parte dunque leggermente in salita , con una squadra ancora tutta da completare, come in verità la maggior parte, e con alcuni nodi fondamentali da sciogliere. L’esame di maturità di questo mercato lo stanno sostenendo anche i dirigenti. Sia Nedved che Paratici sanno di avere gli occhi della proprietà puntati addosso, ma al netto di quanto fatto fino ad oggi, credo che almeno fino al 5 ottobre l’apertura di credito nei loro confronti sia assolutamente doverosa.

Bisogna però adesso accellerare e sapersi muovere con intelligenza. I conti in rosso, ma ce li aspettavamo e dunque nessuna novità, sono un dato di fatto che peraltro riguarda quasi tutti i club italiani, anzi europei, anche se certa stampa cavalca l’onda solo della Juventus, tappandosi clamorosamente gli occhi sulle altre evidenti situazioni. Sbagliare il meno possibile sarà la parola d’ordine da qui al 5 ottobre, e se una scommessa è già stata fatta, Mckennie, le altre operazioni dovranno essere “sicure”

Da 9 anni ormai tutto il “movimento anti juventino” compresi diversi addetti ai lavori, aspetta al varco la Juventus, provando ad aggrapparsi ad ogni singola situazione di campo e non. La sensazione è che quest’anno il fronte si sia ancora di più allargato. Per questo credo che sia giusto criticare e sottolineare le cose che non vanno, ma mi piacerebbe vedere critiche costruttive con alla base l’amore per questi colori. Non dimentichiamo che stiamo vivendo in una “bolla” vincente da 9 anni, frutto evidentemente di un lavoro e non certo di improvvisazione. Mai come quest’anno la Juve ha bisogno di voi, e sono sicuro che il vento dei tifosi che la spingerà sarà forte e compatto…