Undici metri - Juve sempre più camaleontica. Al Maradona la grande chance per riaprire i giochi Scudetto, ma aspettiamoci un Napoli tosto

13.02.2021 09:52 di Brian Liotti   Vedi letture
Undici metri  - Juve sempre più camaleontica. Al Maradona la grande chance per riaprire i giochi Scudetto, ma aspettiamoci un Napoli tosto

La Juve viene da un momento decisamente positivo, dopo aver vinto la Supercoppa Pirlo e i suoi pareggiando con l’Inter, hanno conquistato anche la Finale di Coppa Italia. Insomma la Juve sembra aver ingranato la marcia e continua a viaggiare spedita. I risultati arrivano, Pirlo dopo i primi mesi di apprendistato e rodaggio sembra sempre più padrone della situazione e più sicuro. E’ tornata la fiducia, si è riacceso l’entusiasmo.
La cosa che mi piace di questa squadra è la capacità di cambiare di partita in partita, il “Maestro” fa ruotare gli uomini, ha blindato la difesa (la migliore del Campionato, non dimentichiamolo..) e affronta ogni gara con tattiche differenti e spesso cambiando anche nel corso della singola partita, insomma il gioco “fluido” è anche questo, la capacità di mutare e adattarsi alle caratteristiche degli avversari.
Le ultime due gare contro Roma e Inter hanno mostrato una squadra più attendista, con un atteggiamento più prudente, una grande fase difensiva e grande compattezza. Questo non significa che Pirlo abbia abiurato l’idea di comandare il gioco, anzi. L’attitudine resta sempre quella, ma si cerca di giocare anche in modo funzionale.


Il calendario in Campionato regala una grande opportunità.  C’è la possibilità di tornare prepotentemente in gioco anche in chiave scudetto. La gara di Napoli sarà fondamentale in questo senso. Decisiva sia per i bianconeri che per gli azzurri. Gattuso e i suoi non vengono da un buon momento, anzi. Tra assenze e mancanza di risultati il clima si è fatto pesante ma paradossalmente questa partita per il Napoli potrebbe essere quella della svolta, quella che potrebbe restituire entusiasmo e spinta. Mi aspetto quindi una prestazione tosta del Napoli e per non lasciarci le penne servirà la migliore Juve. I bianconeri invece vincendo possono tornare prepotentemente in corsa in chiave scudetto, una cosa che fino a poche settimane fa sembrava impossibile o quasi.


Il Napoli è pieno di assenze, anche la Juve ha qualche defezione, in particolare sarà fuori Arthur, il metronomo del centrocampo ed è un peccato perché con il brasiliano in campo la mediana sembra più organizzata. A centrocampo dovrebbero giocare Bentancur, Rabiot e McKennie.
Dovrebbe poi rientrare Chiesa in avanti e giocare con Cr7 e uno tra Morata e Kulusevski.
Pirlo in conferenza stampa ha detto che si aspetta una partita simile a quella di Supercoppa.
Di certo sia il Maestro sia Gattuso sanno che questa partita è un crocevia fondamentale della stagione per entrambi. Vincere sarebbe importantissimo. Per Ringhio significherebbe rafforzare la panchina dopo le tante voci degli ultimi giorni, per Pirlo sarebbe la consacrazione dopo le tante, troppe critiche ricevute fino a poco più di un mese fa. 

Per la Juve vincere significherebbe tornare a lottare per il titolo, per il Napoli uscire dalla crisi e svoltare.  Basta questo per comprendere come sia importante la gara di oggi. Sarà importante per la Juve anche perché arriva prima della partita di Champions contro il Porto. La gara che in un certo senso chiuderà questo primo ciclo di fuoco dei bianconeri.
Due vittorie certificherebbero una cosa, ossia che la Vecchia Signora è tornata, ma forse non era mai andata via. Era solo una questione di tempo….