Qui Tuttosport - Xavier Jacobelli: "Un campionato bellissimo senza il fattore il Europa. Domani la sentenza del Collegio di Garanzia, se si dovesse rigiocare il Napoli troverebbe un'altra Juve"

21.12.2020 12:11 di Xavier Jacobelli Twitter:    Vedi letture
Qui Tuttosport - Xavier Jacobelli: "Un campionato bellissimo senza il fattore il Europa. Domani la sentenza del Collegio di Garanzia, se si dovesse rigiocare il Napoli troverebbe un'altra Juve"
TuttoJuve.com

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport. Ecco il suo intervento:

"E' un campionato bellissimo quello che si appresta a vivere a metà della nuova settimana, quella che precede il Natale, l'ultima giornata prima della breve sosta di fine anno, tanto è vero che il 3 gennaio le squadre saranno nuovamente in campo. Un campionato bellissimo perchè c'è la sfida dei record, sublimata dal gol più veloce dei campionati europei segnato da Leao a Reggio Emilia, esaltata dalla vena realizzativa di Lukaku e poi dai record personali che Cristiano Ronaldo sta inseguendo fresco di Golden Foot, fresco di una rete ogni 68 minuti giocato, una media formidabile, che ci riporta al Cristiano Ronaldo dei primi anni nella Liga spagnola. E' un campionato bellissimo perchè il fattore Europa, almeno fino all'ultima decade di febbraio, non inciderà più soprattutto sulle prestazioni del Milan capolista, della Juventus, della Lazio, dell'Atalanta, del Napoli e della stessa Roma, travolta dalla formazione bergamasca che ha ritrovato un grande Ilicic. Un conto è giocare dieci partite nell'arco di trenta giorni, come le formazioni impegnate sia sul fronte italiano che su quello internazionale sono state obbligate a fare, un altro sarà dal 3 gennaio in poi disputare 10 partite, ma nell'arco di 49 giorni, quelli che separeranno i club italiani dal ritorno in campo nelle coppe europee e senza l'assillo della sosta del campionato per gli impegni delle Nazionali, il che significa per gli allenatori la possibilità di allenare: può sembrare un'affermazione singolare questa, ma ciò che in questa stagione totalmente anomala è mancato finora ai tecnici è stata proprio la possibilità di provare e riprovare gli schermi sul campo di allenamento, essendo costretti a giocare una partita ogni tre giorni, a salire e a scendere dagli aerei, a fare tamponi, a misurarsi con tutto ciò che la realtà del Covid impone. Il riferimento è alle formazioni dotate di maggiori qualità tecniche, in particolare alla Juventus che a Parma ha disputato la migliore partita, accostabile alla splendida prestazione di Barcellona, una Juventus che sta crescendo gara dopo gara, è una Juventus esaltata da Cristiano Ronaldo, da Morata, ma anche dalla capacità di Andrea Pirlo di inserire gradualmente i giovani - ce ne sono 9 Under 25 nel suo organico - ottenendo da loro i risultati che ne ripagano la sua fiducia. L'esempio più eclatante è Weston Mckennie, che è stato appena proclamato miglior giocatore americano in patria e sta facendo un salto di qualità davvero rimarchevole. Così  come l'impiego di Kulusevski al quale è stata concessa una pausa prima che ritornasse titolare nella partita di sabato. E' un impiego molto intelligente, molto saggio, considerando che stiamo parlando di un ragazzo classe  2000 e che certamente ha visto Pirlo mettere nel conto eventuali cali di rendimento e picchi di rendimento come è normale che sia. Tutto questo per dire che nella classifica comandata da un grande Milan, che riesce a essere più forte di tutto, dell'assenzada 8 partite consecutive di Zlatan Ibrahimovic, degli infortuni, dell'emergenza a centrocampo, c'è un'Inter che si è appena lasciata alle spalle la sesta vittoria consecutiva, ma ha il fiatone, e c'è una Juventus che aspetta martedì 22 dicembre la sentenza del Collegio di Garanzia sulla mancata disputa della partita con il Napoli, il 4 ottobre scorso. Vedremo cosa deciderà la Cassazione calcistica, ma un fatto è certo: qualora la partita dovesse essere giocata per verdetto del Collegio di Garanzia, come da più parti si preconizza, certamente la Juventus chiamata ad affrontare il Napoli sconfitto dalla Lazio, nettamente, molto più nettamente di quanto non dica il punteggio finale, sarà una Juventus molto più in forma, molto più combattiva e molto più spettacolare di quella che sarebbe potuta essere in campo il 4 ottobre scorso".