E pur si muove! The Decision tiene in scacco la Juve, come interpretare l’assenza di plusvalenze? Su Locatelli chi ha tempo non aspetti tempo

29.06.2021 01:30 di Ivan Cardia Twitter:    vedi letture
E pur si muove! The Decision tiene in scacco la Juve, come interpretare l’assenza di plusvalenze? Su Locatelli chi ha tempo non aspetti tempo
TuttoJuve.com

Era l’estate del 2010 e la NBA stava col fiato sospeso, in attesa di sapere se e dove Lebron James avrebbe deciso di traslocare il suo talento. La decisione di Cristiano Ronaldo, per tutta una serie di ragioni, a partire dall’anagrafica, avrà ben poco a che vedere con quella del più grande cestista del dopo MJ, ma ha lo stesso effetto polarizzante. Soprattutto sul mercato della Juventus. Concluso l’europeo e una stagione così orribile che il 99 per cento degli altri calciatori del pianeta firmerebbe per averne di orribili così, CR7 è chiamato a fare i conti. In tasca, perché anche da quello dipende, e col futuro. È una situazione che tiene in scacco la Juve e molto dipenderà, oltre che dal cosa succederà, dal come avverrà. Se da un lato i tempi per un addio sarebbero maturi, ma serve anche verificare che lo siano pure le condizioni. E poi ci sarebbe appunto da chiarire le modalità: che la decisione spetti a Ronaldo e solo a Ronaldo è ammissibile e comprensibile, non scontato però nelle dinamiche tra un calciatore e la società. Se così sarà, a prescindere dall’esito, certificherà quanto la Juve abbia concesso a un giocatore (meglio intendersi: non a un giocatore qualsiasi) e si ci sarà da chiedersi se non serva qualche riflessione anche su questo.

E pur si muove. Nell’apparente immobilità del mercato bianconero, che a proposito di eliminazioni da Euro 2020 sarà presto stuzzicato da quello della Francia e quindi di Pogba, colpisce l’assenza di cessioni. Siamo praticamente agli sgoccioli, zero plusvalenze e quindi delle due l’una: o le prossime 48 ore saranno caldissime da questo punto di vista, o la Signora tenterà una sfida mica da poco alla UEFA e al suo bislacco fair play finanziario. Qualcosa, comunque, si agita. Su tutto, l’interessamento per Manuel Locatelli, che ha radici profonde e tempi di cottura parecchio lunghi. Sull’argomento, l’impressione è che la Juve stia lasciandone passare troppo, di tempo. Filtrano indiscrezioni sul possibile accordo con il Sassuolo per una formula creativa e contropartite. Ma ufficialmente i neroverdi hanno sempre chiuso a queste possibilità e, complice l’Europeo, si fanno forti di un interesse internazionale che in effetti c’è. Iscrivere Locatelli al capitolo rimpianti, mentre contende il posto a un certo Verratti, che da questo punto di vista ne genera parecchi, sarebbe davvero un peccato.