Juventus-Roma 2-0 - Feliz aniversário Cristiano, Alex Sandro e Rabiot gemelli diversi. Danilo, tu vuò fa' l'italiano? McKennie e Chiesa non brillano

06.02.2021 20:20 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
Juventus-Roma 2-0 - Feliz aniversário Cristiano, Alex Sandro e Rabiot gemelli diversi. Danilo, tu vuò fa' l'italiano? McKennie e Chiesa non brillano
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

SZCZESNY 6 - Interventi di ordinaria amministrazione per il numero 1 bianconero, mai impegnato seriamente dall'attacco rivale. Il portiere polacco sembra trasmettere quella sicurezza necessaria per i bianconeri a livello di solidità, non è un caso che la Juve sta subendo meno gol.

DANILO 6 - Se Pirlo non rinuncia mai a lui, ci sarà un perché. E' completamente un altro giocatore rispetto a quello visto nella gestione Sarri, questo è un Danilo più italiano che brasiliano nel modo di difendere. E, perché no, ormai può sentirsi italiano.

BONUCCI 6 - Sufficiente la prova di Bonucci, qualche lancio e copertura difensiva e nulla di più. Ha il merito insieme allo storico compagno di reparto di aver cementificato nuovamente la difesa, con un solo gol subito nelle ultime sei partite.

Dall'84' DE LIGT sv 

CHIELLINI 6.5 - Il migliore dei due centrali, Chiello è sempre lì a sportellare e battagliare. Non importa se è piccolo come Mayoral o grande come Dzeko, ciò che conta è che la sua esperienza unita ad una condizione gradevole lo rendono ancora difficile da superare. La Roma ne sa qualcosa.

ALEX SANDRO 6.5 - Impeccabile in fase difensiva, il brasiliano è sontuoso e non permette mai agli avversari di essere insidiosi dalle sue parti. Così come Rabiot, è una diga insormontabile. Pecca in continuità in fase offensiva, ma è decisivo in quanto è lui ad iniziare l'azione che porta Ronaldo al primo gol. 

Dall'84 DEMIRAL sv

CHIESA 5.5 - Un pomeriggio non eccelso quello di Chiesa, in cui non riesce quasi mai a creare pericoli alla difesa avversaria. E' più una partita da calci, e botte in testa, che calcio, ma Federico regge bene ugualmente. In attesa di poter stupire ancora, già da martedì sera.

Dall'81' BERNARDESCHI sv

ARTHUR 6 - Il giro palla è il solito, ma oggi lo si vede meno anche per merito degli avversari. Gli manca ancora qualcosa, però Arthur il suo lo fa sempre. E anche con classe.

RABIOT 6.5 - Finalmente! E c'è da esclamarlo con gioia, perché finalmente Rabiot riesce a mettere in campo tutte le sue qualità. Il centrocampo questa sera è un po' più suo, non fa rimpiangere Bentancur nel ruolo di interditore ed è abile nel fermare le incursioni avversarie. Sufficienza piena.

MCKENNIE 5.5 - In ombra l'americano, questa sera lo si vede poco e non è brillante come spesso gli è accaduto quest'anno. Una serata storta può capitare a tutti.

Dal 64' CUADRADO 6 - Pirlo gli permette di rifiatare, quando entra in campo lo si vede molto poco. Soprattutto perché la Roma ha tenuto palla per la maggior parte del tempo e Juan non è riuscito a mettere in mostra le sue doti del velocista. Poco male, il suo valore non cambia di certo questa sera.

RONALDO 7 - Buon compleanno Cristiano! Il man of the match, più invecchia e più il tempo si ferma. La magia di sinistro odierna non ha età, è poi sfortunato con la traversa e Ibanez gli leva la gioia del raddoppio. A chi lo mette in discussione, rispondete così: con Ronaldo in squadra parti sempre dall'1-0.

MORATA 6 - Si sbatte parecchio, corre e pressa a tutto campo. Stasera troppa quantità per Alvaro, lo spagnolo infatti non è mai pericoloso in area di rigore e l'unica nota lieta è l'assist per il gol di Ronaldo.

Dal 64' KULUSEVSKI 6 - Da lui si aspetta sempre la giocata, perché Kulusevski ci ha dimostrato di saper accendere la lampadina anche quando fuori è eccessivamente buio. Infatti è luminoso nel taglio che consente alla Juve di chiudere i conti, in particolare a restare folgorato è Ibanez che anticipando Ronaldo taglia le gambe alla propria squadra.