Juve-Sampdoria 3-0, le pagelle: Douglas Costa di un altro livello. Howedes certezza e goleador

15.04.2018 19:55 di Edoardo Siddi Twitter:   articolo letto 21471 volte
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
© foto di www.imagephotoagency.it
Juve-Sampdoria 3-0, le pagelle: Douglas Costa di un altro livello. Howedes certezza e goleador

Buffon 6.5: attento su Quagliarella nel primo tempo, assorbe la carica dello stadio, che gli dedica cori e applausi fin dai primi secondi. Super su Zapata nel finale.

Howedes 7: difficile immaginare un modo migliore di rientrare. Titolare dopo una vita, si piazza sulla destra e fa la voce grossa palla al piede e nei duelli. Sovrasta fisicamente anche Duvan Zapata, mica male. Poi si toglie anche la soddisfazione del gol: avvia e conclude con un volo d'angelo una bellissima azione. Un solo errore all'ultimo minuto, ma la poca lucidità era da mettere in conto dopo 90 minuti.

Rugani 6.5: inizialmente palla al piede non è proprio esempio di pulizia, ma cresce con il passare dei minuti. Sia in termini di sicurezza, che di presenza dentro la partita. Duvan Zapata non è un cliente facile, ma lui riesce a renderlo quasi innocuo. Stesso discorso per Quagliarella.

Chiellini 6.5: perde un pallone pericolosissimo in avvio di ripresa, ma Ramirez rende ininfluente la distrazione. Per il resto sempre molto attento e sostanzialmente insuperabile. Esattamente come da abitudine. 

Asamoah 6: un po' impreciso, non sempre opta per la giocata migliore, perdendo qualche uno contro uno di troppo. In una giornata non esaltante, comunque, limita gli errori.

Khedira 7: dei fischi non è rimasto più nemmeno l'eco. Solo applausi. Per la prova generale, sempre di grande attenzione e lucidità, e poi anche per il gol del 3-0. Segue l'azione, capisce gli sviluppi e si piazza al posto giusto al momento giusto per battere chirurgicamente Viviano. Tutto il bello di Sami in un 'azione (81' Sturaro sv)

Pjanic 5.5: non brillantissimo, prova a dare ordine al centrocampo, ma ci riesce solo in parte. Un po' in difficoltà senza palla davanti al fraseggio della Samp, deve arrendersi a un problema fisico poco prima dell'intervallo.(44' Douglas Costa 8: al momento fuori categoria, cambia la partita. Ci mette poco più di 20 secondi a essere decisivo e sfornare l'assist del vantaggio, poi semina il panico ogni qualvolta accarezzi la sfera e aggiunge il bellissimo assist del raddoppio prima e del tris poi. Tre assist sono quasi un unicum. Pensa e pratica calcio a velocità superiore)

Matuidi 6.5: combatte su tutti i palloni, è un mastino che non lascia respirare Barreto, né Torreira, né chiunque passi dalle sue parti. Paga qualcosina palla al piede, ma si rende comunque protagonista di qualche bella apertura. 

Cuadrado 6: non è al 100% fisicamente e ha la lucidità per capire quando puà accelerare e quando invece è preferibile dosarsi. Partita attenta in cui non ha bisogno di sprintare per mettere in difficoltà Regini.

Dybala 5.5: tanto sacrificio per fare da collante tra i reparti, ma non è una di quelle serate in cui illumina la scena. Quando prova la conclusione, trova sempre il muro doriano. (66' Bentancur 6: entra a gara quasi chiusa. Attento e ordinato.)

Mandzukic 7: dopo la doppietta di Madrid, scrive ancora il suo nome sul tabellino dei marcatori. Bravo a gettarsi sul bellissimo assist di Douglas Costa, segna un gol che fa svoltare la gara. Per il resto combatte e si muove bene, come serve alla squadra.

All. Allegri 7: tanti cambi rispetto a Madrid e lezione imparata dall'andata. Partenza soft e poi scarica Douglas per divorarsi la Samp. +6 sul Napoli: modo migliore per cancellare la delusione europea 

L'AVVERSARIO 

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6; Sala 4.5, Silvestre 5, G.Ferrari 5, Regini 5; Praet 6, Torreira 6, Barreto 5.5 (81' Verre); Ramirez 5 (60' Caprari 5.); Quagliarella 6 (46' Kownacki 5.5), Zapata 5. All. Giampaolo 5.5