Juve, 3 punti di platino a Genova contro la Samp: la decide Cuadrado, Mandzukic e Pjaca non pungono

 di Giuseppe Giannone  articolo letto 16773 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Juve, 3 punti di platino a Genova contro la Samp: la decide Cuadrado, Mandzukic e Pjaca non pungono

Buffon 6- Bravo a togliere il pallone a Quagliarella nel primo tempo su un tiro di Bruno Fernandes parato in maniera non impeccabile, il portiere bianconero interviene bene sullo stesso Quagliarella nella ripresa, mantenendo la sua porta imbattuta.

Dani Alves 6- La Juve gioca molto sulla fascia destra, soprattutto nel primo tempo, ma il brasiliano, pur essendo in miglioramento rispetto alla prima parte di stagione, continua ad essere un po' troppo "fermo", giocando al piccolo troppo. Sufficiente, comunque, la sua prsstazione. 

​Rugani 6- Partita senza grosse sbavature per il centrale bianconero, che ha vita facile contro un Muriel che risulta essere tra i peggiori in campo della Sampdoria.

Barzagli 5,5- Schierato sul centro-sinistra, vive 5 minuti da incubo contro Quagliarella, venendo superato in almeno 2 occasioni e concedendo all'ex bomber bianconero un'occasione da gol nitida. Migliora con il passare dei minuti, ma l'impressione è che non stia vivendo un gran momento di forma.

​Asamoah 6,5- Davvero bello il cross, di prima intenzione, che permette a Cuadrado di trovare il gol, mentre è provvidenziale la diagonale che, nella ripresa, salva i bianconeri su un inserimento di Schick. Qualche sbavatura, ma, nel complesso, una buona prestazione per il ghanese.

Khedira 6,5- Fa un po' tutto a centrocampo: dà una mano alla difesa in fase di interdizione, si inserisce con grande pericolosità in avanti quando la Juve è in possesso di palla. La buona condizione fisica che sta attraversando in questo periodo, lo assiste al meglio.

Pjanic 6- Riesce a dettare bene i tempi di gioco davanti alla difesa, riuscendo anche a cambiare versante dell'azione offensiva con alcune ottime sventagliate. Qualche errore in fase di impostazione nella propria metà campo, poteva però costare caro alla Juve.

​Cuadrado 7- E' il match winner del match, che decide con un gol di testa da centravanti per lo smarcamento, ed è praticamente imprendibile per Regini sulla destra nel primo tempo. Nella ripresa, complice la stanchezza, cala un po', con Allegri che decide di sostituirlo. Dal 72' Lemina 5,5- Inizia da centrocampista di destra, non il suo ruolo, e non convince. Meglio, invece, quando torna a fare il mediano puro.

​Dybala 6- Finchè è in campo, combina bene con Dani Alves e Cuadrado sul centro-destra, anche se non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Puggioni. Al 27' lascia il campo a causa di un problema muscolare. Dal 27' Pjaca 5,5- Allegri lo fa iniziare da trequartista, per poi spedirlo a sinistra e, successivamente, a destra al posto di Cuadrado: in nessuna delle 3 versioni il croato riesce ad essere particolarmente incisivo.

Mandzukic 5,5- Nullo, o quasi, il contributo del croato alla fase offensiva della squadra. Ha un'occasione da gol importante nel primo tempo, ma calcia addosso ad Higuain sbagliando un gol tutto sommato facile da realizzare. Buona, come sempre, l'intensità sulla fascia sinistra, ma occorre anche riuscire a pungere in avanti.

Higuain 6- Sfortunato il Pipita, che trova un Puggioni decisamente in giornata sulle 2 occasioni da gol che gli capitano. Bravo a cercare comunque di dare profondità alla squadra quando questa è in possesso di palla. Dall'85 Lichtsteiner sv- Entra nel finale, non giudicabile.