ESCLUSIVA TJ - Zoran Ban: "La storia insegna che la Juve è sempre protagonista in Europa, Buffon il migliore in campo. Pirlo? Ha dimostrato che è li per merito suo, sulla Champions..."

09.12.2020 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Zoran Ban: "La storia insegna che la Juve è sempre protagonista in Europa, Buffon il migliore in campo. Pirlo? Ha dimostrato che è li per merito suo, sulla Champions..."
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex calciatore bianconero ed attuale operatore di mercato, Zoran Ban, per parlare della Juventus e non solo:

Come possiamo definire il 3-0 al Camp Nou di ieri?

"Mi accodo al giudizio di Buffon, è stata una grande impresa. Ha fatto una partita strepitosa, per tutti i novanta minuti è stata superiore al Barcellona e la vittoria è stata ottenuta con merito. Non è mai facile fare tre gol al Camp Nou, una squadra italiana poi non ci era mai riuscita. La Juventus ieri aveva deciso di voler esser prima nel girone e ci è riuscita, è stata in grado di esser protagonista in Europa come la storia lo insegna".

Secondo te dove l'ha vinta la Juventus?

"A livello di organizzazione, di spirito di gruppo. La Juve ieri era squadra, già all'ingresso in campo si intravedeva che voleva far bene. I giocatori avevano gli occhi della tigre, si sono presentati per fare risultato. Ho visto un Barcellona molto stanco e troppo dipendente da Messi, i difensori bianconeri sono stati bravi a disinnescarlo. Pirlo ha preparato benissimo la partita, è sembrato un veterano in panchina".

E ieri è stata la risposta a tutte le critiche e a chi gli ha sempre fatto pesare di aver appena iniziato.

"Le parole lasciano sempre il tempo che trovano, l'importante è il risultato che si ottiene in campo. Pirlo ha dimostrato ai suoi detrattori che è lì solo per merito suo, senza favoritismi o amicizie. E poi c'è da dire che alla Juventus non è accettato il pareggio o la sconfitta, quando accade tutti si accaniscono sull'allenatore e i giocatori. In campionato non ha un ritardo così grande, in Champions doveva riuscire a centrare il primo posto e c'è riuscita. Alla fine vincerà lo scudetto e sarà una delle candidate per l'Europa".

Credi che Cristiano sia stato il migliore in campo?

"Ha fatto due gol, ha vinto l'incontro con i suoi compagni e ha vinto la sfida eterna con il rivale di sempre. A Cristiano non si può mai dire nulla, però chi mi ha convinto davvero fino in fondo è stato Buffon. Ieri è sembrato un ragazzino di vent'anni, molto reattivo e sicuro di sé. Per me è stato lui il migliore. Vogliamo parlare di McKennie? Mi è sembrato di rivedere Davids, che grinta e che gol. Ma tutta la Juve nel complesso mi è piaciuta, è stata la serata di tutti".

Ti sei stupito di vedere Chiesa e Kulusevski non titolari dall'inizio? 

"Non vedo bene Kulusevski,  mi sembra un po' fuori forma. Sono rimasto stupito dall'assenza di Chiesa, per me aveva fatto bene nelle scorse partite. Però il mister è la persona che li vede tutti i giorni, non prende mai le decisioni contro la squadra. E ieri a Pirlo non si può dire nulla".

Si ringrazia Zoran Ban per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.