ESCLUSIVA TJ - Roy su de Ligt: "Deve essere il titolare, assurdo vederlo in panchina. Futuro? Penso ancora che andrà via dalla Juve alla fine di questa stagione"

20.09.2021 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Roy su de Ligt: "Deve essere il titolare, assurdo vederlo in panchina. Futuro? Penso ancora che andrà via dalla Juve alla fine di questa stagione"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex calciatore ed allenatore del settore giovanile dell'Ajax, Brian Roy, per parlare di quello che era il suo pupillo nell'U17 e non solo:

de Ligt ieri ha collezionato la seconda panchina in campionato consecutiva, anche se aveva giocato in Champions nella trasferta svedese. Sei rimasto sorpreso dalla scelta di Allegri?

"Sì, francamente non capisco il perché non sia sceso in campo contro il Milan. Bonucci e Chiellini sono due tra i difensori più forti, ma la loro carta di identità parla chiaro. Matthijs deve essere il titolare della Juventus, non c'è altro da dire. E' assurdo, non è normale vederlo in panchina".

Allegri, prima della partita, ha parlato di una preferenza per il mancino e di rotazioni da fare.

"Spero sia solo per una questione di rotazioni come ha detto il mister, perché stiamo parlando di uno dei giovani più forti al mondo". 

Ti aveva convinto quando era sceso in campo?

"E' difficile giudicarlo, semplicemente perché l'ho visto troppo poco in campo. L'unica cosa che ho notato è il cambio di capigliatura (sorride ndr). Non vorrei abbia pagato troppo l'errore fatto con la nazionale agli Europei, ma spero non sia questo il motivo. E' passato ormai tanto tempo".

Sei sempre sicuro del fatto che possa lasciare la Juve alla fine di questa stagione?

"Penso ancora andrà via alla fine di questa stagione. Giocare per tre anni nella Juventus è sempre una bella storia, l'Italia è il paese migliore in cui poter imparare tutti i segreti del difendere. Barcellona? Ad oggi è difficile, ma non si sa mai nel calcio".

Si ringrazia Brian Roy per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.