ESCLUSIVA TJ - Rino Foschi: "Contrario a Superlega: mai vista mossa simile in 45 anni di calcio. Legittimo voler aumentare ricavi, ma..."

19.04.2021 16:20 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Rino Foschi: "Contrario a Superlega: mai vista mossa simile in 45 anni di calcio. Legittimo voler aumentare ricavi, ma..."
TuttoJuve.com

Riguardo alla nascita della Superlega, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Rino Foschi, direttore sportivo.

Come commenta la nascita della Superlega?

"E' un progetto che non mi piace. Faccio ancora fatica a crederci".

Per quali ragioni?

"Trovo impensabile che, dalla sera al mattino, 12 presidenti facciano improvvisamente un comunicato congiunto e si sfilino così. Non è mai successo nella storia del calcio. Io, nei miei 45 anni di calcio, per esempio non ho mai visto nulla di simile".

Ceferin è stato durissimo in tal senso, non risparmiandosi neanche contro Agnelli, presidente della Juventus...

"Sembra, osservando la situazione, che qualcuno abbia anteposto i propri interessi a quelli collettivi".

Non è mistero che il lockdown ha dilaniato le finanze di tutti, top club compresi: una soluzione andava cercata, verrebbe da ribattere...

"Sicuramente. Infatti se l'obiettivo è incrementare i ricavi è legittimo. Però lo fai collaborando con Fifa e Uefa: bisognava coinvolgere anche loro. Così facendo, ognuno ha dimostrato di guardare ai propri interessi".

Ora c'è concretamente sul piatto la possibilità che i giocatori dei club coinvolti non prendano più parte a Mondiali e Europei...

"Come si fa? Per questo Fifa e Uefa andavano coinvolte. Ormai la figura di coloro che hanno lavorato alla Superlega è definitivamente compromessa".

Come giudica Inter, Milan e Juventus, che non prenderanno parte all'imminente Assemblea Straordinaria di Lega?

"Stiamo parlando di tre club importantissimi. Per me hanno voluto fare il passo più lungo della gamba a causa della difficile situazione finanziaria che caratterizza tutti e tre".

Quali risvolti prevede, ora come ora?

"Arriveranno ad una mediazione, non vedo altre vie. Altrimenti prevedo gravi ripercussioni".

Si ringrazia Rino Foschi per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.