ESCLUSIVA TJ - Massimo Drago: "Bernardeschi in costante crescita, ha iniziato a ragionare con mentalità Juve. E può imparare da Ronaldo. Sulle seconde squadre..."

17.11.2018 19:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 10174 volte
Fonte: Intervista di Raffaella Bon
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
ESCLUSIVA TJ - Massimo Drago: "Bernardeschi in costante crescita, ha iniziato a ragionare con mentalità Juve. E può imparare da Ronaldo. Sulle seconde squadre..."

Massimo Drago, allenatore di federico Bernardeschi ai tempi del Crotone, si è intrattenuto qualche minuto ai microfoni di Tuttojuve.com. Ecco le sue parole:

Mister, il suo ex allievo Bernardeschi è letteralmente esploso. 
"Sì, Bernardeschi è in costante crescita, è un giocatore che ha voglia di migliorarsi e cerca sempre di curare il particolare. Il primo anno è stato di ambientamento, adesso che ha iniziato a ragionare al 100% con la mentalità del mondo Juve ha fatto un grande salto di qualità rispetto al primo anno, prova ne è stato il grande avvio di stagione".

Ha conquistato anche Mancini....
"E' diventato anche una pedina fondamentale con la maglia della nazionale. Un vantaggio per lui è la sua grande duttilità, lo ha dimostrato nella sua ultima partita con l'Italia giocando da punta centrale, dando così all’allenatore la certezza di poter contare su un giocatore che possa giocare da falso nueve. Ha avuto un po’ di sfortuna a causa di questo infortunio che lo ha tenuto fuori nel suo momento migliore, ma sono sicuro che sarà in grado di dare una grossa mano alla Juventus in questa stagione ricca di partite anche ravvicinate. Inoltre può prendere spunto dal miglior giocatore al mondo in quel ruolo ovvero Ronaldo".

Qual è il suo pensiero sulle seconde squadre? 
Sono d’accordo con quanto detto da Zironelli, che le secondo squadre sono un’ottima opportunità di crescita per i giovani che non hanno/non sono ancora pronti per giocare con i club di appartenenza. Tutto ciò senza andare in prestito. Questo a volte può rappresentare un vincolo per il ragazzo. La Juve è  sempre pronta a mettersi alla pari degli altri top club europei, infatti è stata la prima ed unica squadra in Italia ad aver istituito la sua squadra B".