ESCLUSIVA TJ - Luciano Moggi: "Bisogna riconoscere che la Juve ha una marcia in più. Allegri non ha voglia di andare via. Gigi saprebbe fare anche il dirigente"

15.05.2018 15:51 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 34343 volte
Fonte: Intervista di Raffaella Bon
© foto di Simone Calabrese
ESCLUSIVA TJ - Luciano Moggi: "Bisogna riconoscere che la Juve ha una marcia in più. Allegri non ha voglia di andare via. Gigi saprebbe fare anche il dirigente"

Luciano Moggi, ex direttore generale bianconero, ha tracciato un bilancio della stagione della Juventus ai microfoni di Tuttojuve.com: 

Direttore, la stagione della Juventus si è chiusa nel migliore dei modi.
"In campionato non ci siamo mai annoiati a livello delle prime due posizioni, il distacco dalle altre rasenta i 20 punti e la dice lunga sulle differenze con le altre"

Il Napoli ha davvero perso lo Scudetto a Firenze?
"Certamente la sconfitta di Firenze è stata significativa, ma il Napoli lo ha perso quando gli undici che hanno sempre giocato insieme hanno perso brillantezza". 

Eppure, nonostante i numeri eccezionali, c'è chi continua a seminare dubbi sui successi bianconeri. 
"Si rischia di diventare monotoni, bisogna riconoscere che la Juve ha una marcia in più. Poi il calcio è divertimento per tutti, che si parli a volte di qualche favore rientra nel gioco di chi perde e non capisce il perchè".

In Europa si poteva fare meglio?
La Juventus è arrivata ai quarti di finale e deve sicuramente migliorare rispetto a squadre già collaudate come Real Madrid, Bayern Monaco e Barcellona. Sono squadre superiori al momento, ma la squadra bianconera è in ascesa e può arrivare a quei livelli".

Allegri rimarrà alla Juventus?
"Non vedo che voglia andare via, è difficile trovare club migliori della Juve".

Si parla di una possibile rivoluzione, in particolare in difesa.
"Sicuramente la difesa ha bisogno di ritocchi. Buffon smetterà, Chiellini resta un baluardo, Barzagli partirà dalla panchina, ma arriveranno Caldara e Spinazzola. La Juve si sta predisponendo per aprire un altro ciclo".

Che futuro immagina per Buffon? Dietro una scrivania?
"Certamente Gigi saprebbe fare anche il dirigente. Un posto per lui si trova sempre. Lascia un grande portiere e un uomo intelligente che chiude in bellezza vincendo Scudetto e Coppa Italia".