ESCLUSIVA TJ - L'ex dragões Aloísio: "Il Porto dovrà imporre il proprio gioco, Juve temibile e conosciuta per la sua grandezza. Pronostico? 2-1 per i padroni di casa"

16.02.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - L'ex dragões Aloísio: "Il Porto dovrà imporre il proprio gioco, Juve temibile e conosciuta per la sua grandezza. Pronostico? 2-1 per i padroni di casa"
TuttoJuve.com
© foto di Federico Gaetano

E' stato il terzo giocatore più presente nella storia del Porto con 474 presenze tra il 1990 e il 2000, le sue prestazioni hanno contribuito ai quindici successi ottenuti in patria (tra cui sette Primeira Liga) che lo rendono uno dei più vincenti di sempre con questa maglia. Stiamo parlando dell'ex difensore centrale brasiliano Aloísio Pires Alves, che ai microfoni di TuttoJuve.com ha presentato in esclusiva la sfida di Champions di domani sera con la Juventus:

A differenza degli anni scorsi, Porto e Juventus non stanno dominando i loro rispettivi campionati. Quali sono le sensazioni della vigilia?

"Mi aspetto una bellissima gara, molto difficile per il Porto perché la Juve è un avversario temibile e di tradizione. In patria c'è sicuramente qualche difficoltà in più degli altri anni, anche per merito dello Sporting Club in Portogallo e di Inter e Milan in Italia. Sono due campionati più combattuti".

Che squadra è il Porto? Che tipo di difficoltà potrà creare ai bianconeri?

"Penso sarà fondamentale cercare di imporre il proprio gioco, è importante che il Porto provi a prendere in mano fin dalle prime battute l'iniziativa della partita. Ci sarà bisogno di controllare il pallone per più tempo, ma anche determinazione e carica agonistica nelle giocate. La Juve, come dicevo, non è un avversario molto semplice da affrontare in questo contesto".

Ti aspetti una marcatura particolare da parte di Pepe dedicata all'ex compagno di squadra Ronaldo? Senza dimenticare che conosce anche molto bene Morata.

"No, perché è un difensore ormai navigato e di esperienza. Pepe è consapevole sul come affrontare la Juve e il miglior giocatore al mondo, ma non sarà affatto un compito semplice".

Sappiamo quanto il Do Dragao sia uno degli stadi più caldi al mondo. Quanto mancheranno i tifosi al Porto domani sera?

"Per me il calcio senza tifosi non è affatto divertente, sono fondamentali per il supporto e la motivazione della squadra. Sarà una mancanza importante, perché i tifosi del Porto sono in grado di trascinare la squadra con la loro spettacolarità".

Alex Sandro e Danilo torneranno da ex in quella che è stata la loro casa per tanti anni. Che partita ti aspetti da loro?

"È sempre bello tornare a giocare contro la tua ex squadra, in particolare la prima esperienza europea di Danilo ed Alex Sandro è stata proprio qui al Porto. Sono stati bravi a mettersi in mostra, hanno creato radici e quando succede ciò diventa anche più divertente vedere queste sfide. Sono due grandi giocatori, mi aspetto che giocheranno come sanno fare".

La Juve è sempre stata famosa in ambito europeo per la sua arcigna difesa. Che cosa ne pensi?

"Ma la Juventus è conosciuta anche per la sua grandezza, quest'anno è una bellissima squadra ed è ben allenata da Andrea Pirlo. Il suo pezzo forte è chiaramente Cristiano Ronaldo, che vive per queste notti europee. Il sistema difensivo è ormai rodato ed esperto, ci sono due totem come Chiellini e Bonucci oltre ai giovani già forti de Ligt e Demiral. A me piace, è una difesa davvero forte".

Credo sia difficile provare a raccontare in poche battute ciò che ha rappresentato per te il Porto. Ma che cosa ricordi di questa avventura?

"È stata una relazione lunga e felice, ho indossato per undici stagioni la gloriosa maglia del Porto e ne andrò sempre fiero. Ho vissuto dei momenti bellissimi, oltre alle vittorie ottenute sul campo possiedo anche dei bei ricordi legati all'ambiente e alla società. Sarò per sempre grato ai dragões".

Te la senti di fare un pronostico per questa partita?

"E' dura, perché sono due d'élite del calcio europeo. Rischierò il 2-1 per il Porto (sorride ndr)".

Si ringrazia Aloísio Pires Alves per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.