ESCLUSIVA TJ - L'ex dirigente Pait su Soulé: "Orgoglioso del suo debutto, ma avrei preferito vederlo nel Vélez, Può diventare eccezionale per la Juve"

03.12.2021 14:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - L'ex dirigente Pait su Soulé: "Orgoglioso del suo debutto, ma avrei preferito vederlo nel Vélez, Può diventare eccezionale per la Juve"
TuttoJuve.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

E' al settimo cielo Matias Soulé, ma se esistesse anche un ottavo probabilmente lo avrebbe già raggiunto a livello di felicità. La convocazione in prima squadra, a tempo indeterminato, seguito dall'esordio a Salerno, sono un mix letale per il talento di Mar del Plata, che sta vivendo uno dei migliori periodi della sua vita sportiva. La nostra redazione, per parlarne approfonditamente, ha contattato l'ex direttore della Cantera del Vélez Sarsfield, Sebastián Pait:

Quanto orgoglio c'è nel vedere debuttare in bianconero un ragazzino cresciuto nelle giovanili del Vélez?

"È sempre un motivo d'orgoglio veder esordire un giocatore in prima squadra, ma avrei preferito debuttasse nel Vélez. Però non fa niente, davvero, è una gioia che sia alla Juventus a competere con i più grandi. La sua è stata una crescita esponenziale, non bisogna dimenticare il lavoro svolto da ognuno che ha seguito l'intero processo di formazione. Credo sia giusto valorizzare questo aspetto, è giusto che ci sia visibilità per le persone del settore giovanile che hanno il compito di formare questi ragazzi e prepararli ai grandi palcoscenici".

Ci puoi descrivere il ragazzo che hai conosciuto un po' di tempo fa?

"Ho conosciuto un Matias che aveva freschezza calcistica, dotato di personalità e grandi attributi. Si è adattato piuttosto velocemente senza fare fatica, le sue caratteristiche si sono poi ben sviluppate nel corso del tempo. Può essere un leader, perché in grado di prendere decisioni importanti".

E' stato il talento più grande che ti è capitato di incontrare?

"Ho visto molti buoni talenti, di sicuro posso dire che Matias faceva parte di quel gruppo di ragazzi che aveva qualcosa in più degli altri".

Sta perdendo tempo in Serie C? Pensi che un giocatore del genere sia già in grado di poter essere all'altezza nella prima squadra della Juve?

"Sì, può diventare un giocatore eccezionale per la prima squadra. Ma non bruciamo le tappe, a mio parere è giusto che segua il percorso di crescita che la società ha programmato per lui. Ha ancora tanto da imparare, in questo modo può lavorare e migliorare con calma e tranquillità".,

Un giocatore che potrebbe essere importante per la sua crescita è Paulo Dybala. Credi che gli assomigli calcisticamente parlando?

"Di sicuro Dybala potrà contribuire alla sua crescita, è bello che Matias possa imparare da un grande calciatore. Però non credo gli assomiglierà calcisticamente parlando, perché ogni giocatore ha il suo stile e il suo modo di giocare".

Si ringrazia Sebastián Pait per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.