ESCLUSIVA TJ - Gugnali (ex vice Argentina) sull'esordio di Di Maria: "Stadium ammaliato dalla sua magia, ma può fare di più. Farà la differenza quando conterà. Su Paredes..."

16.08.2022 16:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Gugnali (ex vice Argentina) sull'esordio di Di Maria: "Stadium ammaliato dalla sua magia, ma può fare di più. Farà la differenza quando conterà. Su Paredes..."

La redazione di Tuttojuve.com ha contattato, in esclusiva, l'ex vice di Alejandro Sabella nella nazionale argentina vice campione del mondo nel 2014, Claudio Gugnali, per parlare approfonditamente dell'esordio di Angel Di Maria e non solo:

Subito Di Maria! Gol e assist, la Juve non poteva aspettarsi di meglio. Che ne pensa del suo primo match italiano?

"Penso che abbia voluto mettere le cose in chiaro fin da subito, perché ieri Angel ha giocato ai suoi livelli ottimali. Lo conosco ormai troppo bene, la prestazione di ieri non ha attirato la mia attenzione. Ai nuovi tifosi dico che può fare ancora di più".

El Fideo ha già mostrato un'ottima intesa con Vlahovic. Nella sua carriera, Di María è stato fondamentale per Messi, Ronaldo, Mbappé, Neymar e altri campioni. Quanto potrà aiutare Vlahovic nel corso della stagione?

"Potrà aiutare tanto il suo giovane compagno, ma Angel è sempre stato un giocatore di squadra e lo sarà anche alla Juventus".

Quindi, nello specifico: quanto sarà fondamentale Di Maria per questa Juventus?

"Lo sarà nel punto focale della stagione, lui tende sempre a fare la differenza nei momenti più importanti dell'anno. Vedrete, parlerete sempre delle sue prestazioni e delle sue giocate. A lui auguro un grande anno calcistico, pieno di soddisfazioni e successi sia a livello di club che a livello di nazionale". 

Giusto soprannominarlo "Di Magia"?

"Sì, mi piace molto. Quel piede sinistro è magico, quando lo vedi in azione non puoi rimanere indifferente. Ieri il pubblico dello" Stadium" è rimasto ammaliato da quella magia. È normale. Ti fa innamorare del calcio. Se poi vogliamo aggiungere un'altra cosa: la ferrea volontà e l'amor proprio dimostrato per questo sport è rimasto intatto come ai tempi in cui lo allenavo. E' uno dei giocatori più completi che abbia mai conosciuto su questi campi".

Un altro giocatore argentino potrebbe arrivare alla corte della Vecchia Signora: Paredes sarebbe l'acquisto giusto per la Vecchia Signora?

"Paredes, a mio parere, è un grande giocatore; è un centrocampista in possesso di un'ottima tecnica, disciplina tattica, che sa giocare a calcio. Lo puoi usare come centrale, mezz'ala ed è un ottimo smistatore di palloni. È perfetto per qualsiasi soluzione e sistema di gioco dell'allenatore. Ha saputo conquistarsi un posto in nazionale, questo per me è sempre un aspetto da non sottovalutare". 

Si ringrazia Claudio Gugnali per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista