ESCLUSIVA TJ - Garozzo, argento a Tokyo 2020: "Il grande acquisto è Allegri, più Pjanic di Locatelli. Chiellini schermidore, il trio d'attacco non ha nulla da invidiare al PSG"

17.08.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Garozzo, argento a Tokyo 2020: "Il grande acquisto è Allegri, più Pjanic di Locatelli. Chiellini schermidore, il trio d'attacco non ha nulla da invidiare al PSG"

Anche se non è riuscito a bissare il successo di Rio, Daniele Garozzo può essere più che orgoglioso di sfoggiare l'argento conquistata negli ultimi giochi olimpici di Tokyo. Così come lo è l'Italia intera, che seppur a distanza di qualche settimana dal termine della rassegna iridata sta continuando ad omaggiare il record delle 40 medaglie vinte in terra nipponica. La nostra redazione lo ha contattato telefonicamente, in esclusiva, per parlare della sua passione per la Juventus e non solo:

Come è stato vivere l'Olimpiade un anno dopo e a porte chiuse?

"E' stato molto particolare, perché tutte queste restrizioni davano la sensazione di una Olimpiade mozzata. Quella di Rio era stata molto più aperta, il dispiacere è che il Giappone avrebbe fatto una super edizione ma purtroppo non è stato così per le cause appena accennate. Il pubblico, il calore, la gente in festa è tutta un'altra cosa, però va bene così poiché in questo momento storico bisogna prendere ciò che c'è di buono".

E sei arrivato ad un soffio dal vincere nuovamente l'oro come nel 2016.

"Sì, ma non era facile ripetersi. Anche se sono arrivato vicino alla vittoria, sono ugualmente molto soddisfatto del risultato ottenuto". 

Quale è il tuo punto di vista sulla Juventus che esordirà tra pochi giorni in campionato ad Udine?

"Per me è molto positivo, il grande acquisto è stato fatto con Allegri che, senza nulla togliere a Pirlo, è un grande condottiero e conosce il significato di vittoria. E' sempre stato giudicato per le due finali perse in Champions, ma la Juventus era inferiore a Barcellona e Real. Sono convinto che farà grandi cose anche questa volta, vedrete che non tradirà le attese".

Provo a contrastare la tua stoccata: nel calcio i ritorni, per la maggior parte, non sono mai stati del tutto positivi.

"A volte i ritorni sono sembrati delle minestre riscaldate, è vero, ma quando ci sono idee e progetti non bisogna spaventarsi o pensare in negativo. E questo non è il caso".

Come molti tifosi, anche tu sei estenuato dalla trattativa Locatelli?

"In effetti è una trattativa che sta andando per le lunghe, però la Juve ha bisogno delle sue qualità. Più che Locatelli mi piacerebbe rivedere Pjanic, ma sono convinto che si possa far bene ugualmente. Il problema è più di gioco che di rosa, ma l'idea di Allegri si dimostrerà vincente".

Non ti sembra, per i nomi o per le trattative fatte, che la Juventus stia tornando indietro invece di andare avanti?

"A mio parere no, perché ad oggi c'è la rincorsa del giovane di scalzare il giocatore di qualche anno più avanti. E' giusto puntare su di loro, per carità, ma questo è un concetto che non riesco ad applicare nemmeno nella Scherma. I difensori più esperti si sono dimostrati più affidabili di quelli che sono andati via (Demiral e Romero ndr), il rinnovo di Chiellini è stato l'emblema in tal senso poiché ha dimostrato di essere il migliore dell'Europeo".

Facendo un passo indietro, quale giocatore della Juve potrebbe essere un abile schermidore?

"E' difficile fare paragoni, questi sono due sport che sono differenti nella mentalità. Noi facciamo arti marziali, quindi servirebbe un guerriero. Chiellini sicuramente lo è, ma ci sono anche altri che potrebbero far bene in discipline come la Scherma".

Da chi ti aspetti di più in questa stagione?

"Assolutamente Dybala, è stato troppo sottotono nella scorsa stagione. Il suo valore è esagerato, proprio con Allegri riuscirà a trovare la quadra che gli serve. Con Chiesa che sta prendendo il volo e la Juve che ha sempre dimostrato di puntare su Ronaldo, lo capisco un po' per il rinnovo. E' rimasto indietro come uomo immagine, ma non sono preoccupato e sono convinto che troverà maggior spazio in campo".

Quanto sei esaltato dal tridente Chiesa-Ronaldo-Dybala che abbiamo visto con l'Atalanta fare molto bene?

"E' un attacco fantastico che non ha niente da invidiare a quello del Psg, sono convinto che si può far bene. Allegri ha in mano una rosa che può vincere la Champions, senza fretta ma sono sicuro che arriverà".

Si ringrazia Daniele Garozzo per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.