ESCLUSIVA TJ - De Vecchi, ex tecnico di Locatelli: "Fortunata la Juve ad averlo acquistato, è già di caratura internazionale. Tra due anni varrà molto più di oggi"

16.09.2021 14:05 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - De Vecchi, ex tecnico di Locatelli: "Fortunata la Juve ad averlo acquistato, è già di caratura internazionale. Tra due anni varrà molto più di oggi"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"All'unanimità è stato nominato uno dei migliori in campo contro gli svedesi del Malmö, penso che abbia portato equilibrio in questo centrocampo. Le sue prestazioni saranno sempre più un crescendo". E' fiducioso e anche parecchio soddisfatto Walter De Vecchi, ex centrocampista del Milan degli anni '80 e allenatore del talento nato a Lecco nei Giovanissimi rossoneri. La redazione di TuttoJuve.com lo ha contattato telefonicamente, in esclusiva, per parlare approfonditamente delle sue prime performances in bianconero e non solo:

La prestazione di Malmö è stata una riconferma di quanto già aveva fatto intravedere a Napoli.

"Anche lì lo avevo visto bene, ma bisogna tener presente che è stato un po' fermo a causa della lunga trattativa tra Sassuolo e Juve. Ho sentito che Manuel diventerà un giocatore di caratura internazionale, ma in realtà lo è già visto che ha vinto l'Europeo. Lui e Tonali saranno i sostituti di Jorginho e Verratti, a livello italiano siamo davvero messi bene".

Quindi è il rinforzo giusto che serviva alla Juve in questo centrocampo?

"Assolutamente, si sta rivelando all'altezza di un grande club come questo. Riesce a dare equilibrio, è stato il primo per palloni recuperati, non disdegna la giocata offensiva, è bravo a gestire il pallone. La verità è che una realtà assodata, fortunata la Juve che lo ha acquistato".

Ci raccontavi l'ultima volta che ti divertivi un po' a metterlo in difficoltà, ma anche Allegri un po' sta facendo visto che lo sta impiegando come mezz'ala e play basso davanti la difesa.

"Non è proprio la stessa cosa, perché Allegri lo sta impiegando nei suoi ruoli. E lui sa far bene tutto. Penso che questa sia la fortuna di avere un giocatore di natura superiore, il tempo non farà altro che migliorare le sue prestazioni. Anche la stessa Juve che è partita male migliorerà, la classifica sarebbe diversa senza quegli errori di Szczesny. Ha i migliori giovani italiani, non deve far altro che aver pazienza".

E c'è anche qualcuno che ha criticato la Juve per una spesa ritenuta eccessiva. Sei della loro stessa idea?

"Certo che no, perché tra due anni varrà molto più rispetto ad oggi. Per me ci hanno guadagnato entrambi: il Sassuolo che ha fatto una grande plusvalenza e la Juve, oltre che per il valore del calciatore, per il fatto che non lo pagherà subito".

Che partita farà contro il Milan?

"Bella domanda (sorride ndr), ma penso la sua solita partita. Contro il Milan sarà un match combattuto ed equilibrato, la Juve non sarà remissiva per la posizione in classifica. Il Milan non si farà influenzare dal risultato di Liverpool, è cresciuta nei singoli e quest'anno può contare su un Tonali scintillante ed un Leao che sta facendo molto bene. Onore a Pioli che sta facendo un lavoro straordinario".

Si ringrazia Walter De Vecchi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.