ESCLUSIVA TJ - Colino (Diario AS) su Morata: "C'è solo la Juve su di lui, ma l'Atletico difficilmente lo venderà. Simeone? Hanno accettato di nuovo di lavorare insieme"

27.07.2022 14:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Colino (Diario AS) su Morata: "C'è solo la Juve su di lui, ma l'Atletico difficilmente lo venderà. Simeone? Hanno accettato di nuovo di lavorare insieme"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega di Diario AS e molto vicino alle vicende di casa Atlético, Jesús Colino, per parlare approfonditamente del possibile ritorno di Alvaro Morata e non solo:

Juventus e Atlético stanno lavorando al ritorno di Morata in bianconero. Quali sono le tue informazioni in possesso a riguardo?

"Non è una sorpresa che Morata piaccia alla Juventus, e Allegri sarebbe molto felice se tornasse. L'Atlético, però, chiede più soldi di quelli offerti finora e soprattutto non vuole scambiare giocatori. C'è ancora molto tempo in questo mercato, ma difficilmente lo cederà. Se dovesse arrivare una buona offerta, verrà esaminata e studiata. Altrimenti resterà in rosa perché è un buon attaccante".

Ci sono altri club interessati a lui oltre la Juventus?

"In questo momento, dalle informazioni in nostro possesso, c'è solo la Juventus. Il Barça e l'Arsenal erano fortemente interessate, ma in quella zona di campo si sono rafforzate".

Se c'è solo la Juventus, dunque, non può essere la soluzione che risolve i problemi dell'Atlético?

"E' un po' il discorso che facevamo prima, nel senso che solo una buona offerta della Juventus può risolvere i diversi problemi dell'Atlético sia dal punto di vista finanziario (c'è necessità di vendere giocatori e acquistarne altrettanto importanti) e sportivo (ci sono cinque attaccanti in rosa ed è apparsa con forza l'opzione Ronaldo). Diciamo che la questione economica è considerata parecchio".

Perché a Simeone non piace più Morata? La vogliamo svelare questa leggenda metropolitana?

"A Simeone piaceva molto Morata ed è stato uno di quelli a spingere perché arrivasse nel 2019. L'attaccante si è messo a disposizione senza mai discutere, non segnando però troppi gol. Ma nel 2020 qualcosa si è rotto tra loro e la fiducia non è più la stessa. Quando Morata si è trasferito a settembre di quell'anno alla Juventus, tutti pensavano che fosse un addio definitivo per il giocatore. Quest'estate, però, il club ha parlato con il calciatore e l'allenatore per far capire che questa opzione è reale. Entrambi hanno accettato di lavorare nuovamente insieme, come due professionisti".

Come lo rivedresti in bianconero? Si troverebbe nuovamente a suo agio come esterno?

"In questo caso a decidere è chiaramente l'allenatore. La presenza di Vlahović non consentirà a Morata di essere la punta centrale. ma per le sue caratteristiche può essere il compagno ideale per il serbo. Sin da quando era al Castilla (Real Madrid B), è abituato a giocare sulla fascia al fianco di un centravanti. Gli cambierebbe poco o nulla, d'altronde ha già ottenuto dei buoni risultati lo scorso anno".

Si ringrazia Jesús Colino per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.