ESCLUSIVA TJ - Birindelli sul ritorno di Allegri: "Mi aspettavo più Zizou, per me si chiude un cerchio. Similitudini con il Lippi-bis. Pirlo? Mi dispiace, era il meno responsabile della situazione"

27.05.2021 12:35 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Birindelli sul ritorno di Allegri: "Mi aspettavo più Zizou, per me si chiude un cerchio. Similitudini con il Lippi-bis. Pirlo? Mi dispiace, era il meno responsabile della situazione"
TuttoJuve.com

Mancano ormai pochi dettagli da definire, ma Massimiliano Allegri è in procinto di ritornare alla Juventus a distanza di due anni. La nostra redazione ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex calciatore bianconero e suo corregionale, Alessandro Birindelli, per commentare a caldo la notizia diffusa dai più importanti media italiani e non solo:

Manca ancora l'ufficialità, ma Allegri sta per tornare a guidare la Juventus. Che cosa ne pensi?

"Mi aspettavo un po' più Zizou rispetto ad Allegri, ma evidentemente c'era grande voglia di tornare nell'ambiente che conosce e nella società in cui si è trovato bene. Si erano anche lasciati in ottimi rapporti, che non succede quasi spesso nel mondo del calcio. Credo sia la scelta giusta, l'alternativa poteva essere anche il ritorno di Antonio (Conte ndr) ma lo vedevo troppo azzardato".

Si chiude un cerchio? E' la parola fine definitiva al bel gioco?

"Per me si chiude un cerchio, poi il bel gioco è soggettivo. Ciò che conterà sempre è vincere, Allegri è consapevole di quel che vuole una società come quella bianconera che è sempre ambiziosa".

E la Juve tornerà a parlare toscano.

"Sì, c'è un grande feeling tra la proprietà e la Toscana. Loro avevano diverse aziende distribuite nel territorio, Andrea poi quando ha qualche giorno libero viene sempre a Forte dei Marmi. Molto probabilmente ama la regione e i toscani, anche se non siamo un po' facili da gestire (sorride ndr)".

Inevitabilmente il pensiero va anche ad Andrea Pirlo, manca ancora il comunicato ma probabilmente non proseguirà più il rapporto con i bianconeri.

"Anche se ha fatto qualche errore per via dell'inesperienza, penso sia il meno responsabile della situazione. Mi è dispiaciuto che la società lo ha poco tutelato e protetto, quando si fa una scelta del genere si deve creare intorno una struttura che gli stia vicino. A mio parere, questo non è accaduto".

E' come se fosse un Lippi-bis a tuo avviso? Ci sono similitudini?

"Penso di sì, il ritorno di mister Lippi fu molto bello ed importante perché permise alla squadra di tornare a vincere. Quello che era mancato con Ancelotti, anche se c'è da dire che quelli furono anni strani per il cambio avvenuto nei vertici. C'era un riassetto societario e finanziario, quella Juve non vinse per un soffio e il lavoro di Carlo fu altrettanto fondamentale".

Si ringrazia Alessandro Birindelli per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.