ESCLUSIVA TJ - Alessandro Orlandi (Assist Women): "Vi spiego la scelta di Yaya, sognava un top team inglese. Scommetto su Boattin e Caruso, Soggiu e Caiazzo resteranno alla Juve"

31.07.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Alessandro Orlandi (Assist Women): "Vi spiego la scelta di Yaya, sognava un top team inglese. Scommetto su Boattin e Caruso, Soggiu e Caiazzo resteranno alla Juve"
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il fondatore di Assist Women, azienda attiva da anni nel calcio femminile, Alessandro Orlandi, per parlare approfonditamente della situazione in casa Juve Women e non solo:

Yaya Galli è la prima italiana ad andare in Premier League. Quanto orgoglio c'è da parte sua e da parte vostra per questa nuova opportunità?

"Il percorso di crescita di Yaya è stato sensazionale, si merita tutto quello che le sta succedendo sia a livello sportivo sia per i valori umani che rappresenta. È per lei e per tutto il movimento italiano un trasferimento storico, che rende sempre più concrete le ambizioni di tutte le calciatrici nostrane che sognano un giorno di giocare in un top team inglese. Deve essere felice ed orgogliosa, sarà la nostra portabandiera nel campionato più bello del mondo".

Come è nato l'interesse dell'Everton e come mai la trattativa si è prolungata?

"Nasce semplicemente dalla volontà di Yaya di vivere una nuova esperienza di crescita oltre i confini italiani. Alla Juve ha vinto tanto ed è sempre stata benissimo, ma è chiaramente lecita l’ambizione a 24 anni di provare esperienze diverse e conoscere un calcio nuovo rispetto all’Italia. Per appartenenza al club e affetto personale verso le compagne e il direttore Braghin negli anni ha rifiutato spesso proposte importanti dall’estero. Quest’anno ha deciso che era il momento giusto della sua vita professionale per dare una sterzata secca verso nuovi orizzonti".

A tuo parere, al di là dello status da professionista, che cosa realmente cambierà tra l'Italia e l'Inghilterra a livello di calcio?

"Il problema è di natura culturale, per quanto riguarda il calcio femminile in Inghilterra sono avanti rispetto all’Italia di parecchi anni. Questo gap si denota nelle strutture, negli investimenti e nel livello tecnico del campionato. Va anche detto che l’Italia sta recuperando terreno, crescendo costantemente in tutti gli aspetti".

Quanto le è dispiaciuto lasciare la Juve?

"Come dicevo prima, Yaya è una ragazza estremamente genuina ed è stata per lei una decisione netta molto sofferta. Ha maturato la scelta negli ultimi mesi della stagione, spinta dall’ambizione e dalla curiosità di mettersi alla prova in un paese diverso. Con ogni persona della società ha sempre avuto un rapporto splendido, motivo per cui questa scelta ha mostrato ulteriormente gli “attributi mentali” e la determinazione di Yaya".

Che stagione ti aspetti da Boattin e Caruso?

"Sono ragazze fantastiche e professioniste di altissimo livello. Con un allenatore internazionale del calibro di Montemurro mi aspetto da loro un campionato da protagoniste e un’ulteriore step di crescita".

Soggiu e Caiazzo rimarranno in bianconero?

"In completa condivisione con il club, entrambe proseguiranno il percorso di maturazione e completamento in prima squadra. Seguendo il giusto percorso tecnico e con la mentalità che possiedono già, Valentina e Sara sono sicuramente ragazze di cui sentiremo parlare in futuro".

Si ringrazia Alessandro Orlandi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.