ESCLUSIVA TJ - Alessandrelli rassegnato: "Ci hanno mangiati, Champions difficile. Il centrocampo è ridicolo. Pirlo? Ormai finisci con lui, ma era meglio metterlo a centrocampo"

10.05.2021 13:45 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Alessandrelli rassegnato: "Ci hanno mangiati, Champions difficile. Il centrocampo è ridicolo. Pirlo? Ormai finisci con lui, ma era meglio metterlo a centrocampo"
TuttoJuve.com

"Era una partita determinante, il Milan era carico a differenza nostra. Il tifoso juventino è abituato bene, per carità bisogna sempre aver rispetto di questa società e di questa squadra ma sono molto deluso. Non ci sono molte parole da dire". E' il commento di Giancarlo Alessandrelli, ex portiere bianconero (1975-1979), triste e rassegnato come non mai in questi anni, che ai nostri microfoni analizza il periodo bianconero e non solo:

Avresti mai immaginato una sconfitta così?

"Mi sembrava troppo facile, il Milan era un avversario alla nostra portata e per esser tranquilli bastava vincere lo scontro diretto. Invece ci hanno mangiati, loro sono entrati in campo fino alla morte. Questa era un'altra squadra, di certo non è la Juve che conosco. Ora che succederà?".

Questo lo chiedo a te: ora che succederà?

"La Juve non è più padrona del proprio destino, per arrivare in Champions bisogna sperare nei passi falsi delle altre. Lo stesso Milan, il Napoli e per non parlare dell'Atalanta sono più squadra di noi, ieri ci siamo squagliati come neve al sole in casa nostra. Il Sassuolo e l'Inter erano già sfide difficili, figuriamoci con il morale di oggi come diventeranno. Da tifoso mi auguro sempre il successo, ma le altre hanno un calendario molto più semplice del nostro. Il nostro percorso si è ormai chiuso, il ciclo è finito e dobbiamo ripartire come è sempre successo".

Credi ancora nella Champions?

"E' veramente difficile, sono sincero. La beffa della beffa, poi, è stato perdere per 3-0 vanificando così il risultato dell'andata. I punti di differenza sono quattro con Milan ed Atalanta, il Napoli ha la differenza reti migliore. Non riesco ad essere positivo".

Da ex portiere, come hai giudicato la prova di Szczesny?

"Ha fatto la sua partita, non iniziamo a dare le colpe a lui. Altrimenti, così, giustifichi la squadra. Il centrocampo è ridicolo, lo si può tranquillamente dire, che fa girare a vuoto la Juve. Quest'anno non ho visto un gol, un passaggio in profondità, nulla di nulla. E' dall'inizio che abbiamo grandi difficoltà, ci siamo illusi vedendola a Barcellona ma con il passare del tempo è stato chiaro che questa sia la squadra meno forte degli ultimi anni".

Capitolo Pirlo: era da esonerare qualche settimana fa?

"Non saprei cosa rispondere, evidentemente la società ha sempre creduto nel progetto e nelle sue capacità. Nessuno è autolesionista, le cose le fai sempre per il meglio e per vincere. Ci siamo resi conto, però, che Pirlo era meglio metterlo a centrocampo (sorride ndr). Non è soltanto colpa sua, quest'anno è andata così".

Ti aspetti un cambio in corsa? Magari con Tudor come traghettatore?

"No, ormai bisogna finire così. Quanto meno, l'augurio è che abbiano una reazione d'orgoglio in cui dimostrare con Sassuolo ed Inter di essere nuovamente la Juventus. Qui siamo sull'orlo del baratro, o cerchi di rimanerci sopra oppure caschi di sotto. E se dovesse accadere ciò, dovrai cambiare giocatori e dirigenti. Così si attuerebbe la rivoluzione, ma Milan ed Inter ci hanno messo tanti anni a ritornare in alto".

Si ringrazia Giancarlo Alessandrelli per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.