ESCLUSIVA TJ - Aicardi (Azionista Juve): "Qualche critica alla dirigenza uscente, miglior CdA non poteva esser nominato. Moggi? Ha parlato da vero juventino"

28.12.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Aicardi (Azionista Juve): "Qualche critica alla dirigenza uscente, miglior CdA non poteva esser nominato. Moggi? Ha parlato da vero juventino"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il presidente dei piccoli azionisti bianconeri, Paolo Aicardi, per parlare approfonditamente di quanto successo nella giornata di ieri e non solo:

Che cosa ci puoi raccontare dell'assemblea dei soci che si è tenuta ieri all'Allianz?

"E' andata come doveva andare, la maggioranza dei presenti è intervenuta e si è espressa in maniera positiva nei confronti del CdA uscente. Sono stati molti i ringraziamenti per il presidente, ma c'è stata anche qualche critica. Perché un club blasonato come la Juventus deve essere sempre un esempio positivo. C'è sempre la corsa a giudicarla colpevole prima delle emissioni delle sentenze, anche se i processi non sono ancora cominciati".

Quale è il loro punto di vista?

"Loro si sentono tranquilli, pensano di aver operato correttamente. Tutti aspettano con serenità questo processo che sarà lungo e impegnativo per tutte le parti, che sarà ricco di perizie e avrà un impatto su tutti i bilanci delle società quotate. Potrebbe avere dei riflessi non indifferenti".

E il tuo, invece, quale è?

"E' una questione molto tecnica, per me il discorso plusvalenze non avrà una grande rilevanza. Anche perché è difficile poter stabilire un criterio universale per tutti, altrimenti rischi di avere un prezzo per l'Italia e un altro per l'Europa. Sul discorso degli stipendi, invece, è basata sull'interpretazione e l'applicazione di alcuni criteri contabili. E' un discorso in cui si sfideranno periti ed esperti, sarà un qualcosa di complicato e lungo. Un po' mi incuriosisce, perché un domani potrebbe riflettersi su altre società non calcistiche".

Credi che la Juventus, sul discorso plusvalenze, possa sentirsi perseguitata?

"Non credo sia perseguitata, perché così si farebbe torto alla magistratura per la quale bisogna nutrire rispetto e fiducia. C'è da dire, però, un'altra cosa: tra la Juventus e una squadra meno blasonata, chi deve indagare parte sempre dalla Juve. Questo è un po' il punto".

Vi aspettavate l'intervento di Luciano Moggi?

"Assolutamente no, è stato un bellissimo intervento. Ha fatto piacere a tutti, ci sono stati cori da stadio per lui. Le sue parole sono da juventino vero".

Come vedi il nuovo CdA?

"E' un CdA di altissimo profilo, di grandi competenze professionali. E' evidente sia stato creato appositamente per gestire questi anni difficili, credo sia proprio il miglior CdA che potessero nominare in questo periodo non semplicissimo".

Si ringrazia Paolo Aicardi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.