DA ZERO A DIECI - ZERO COME IL GOL, DIECI AI FINALISTI MONDIALI

02.09.2018 14:00 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
DA ZERO A DIECI - ZERO COME IL GOL, DIECI AI FINALISTI MONDIALI

La Juventus non si scompone ed a Parma vince una gara che è stata in discussione nel primo tempo quando i bianconeri hanno lasciato il fianco alle ripartenze avversarie. Il problema è stato Gervinho ed un equilibrio che non c'è ancora. Intanto si vince, favoriti anche da un calendario che al momento, oltre la Lazio non ha presentato grosse insidie. Arriveranno poi dopo la sosta, il Sassuolo, ma soprattutto a Valencia.

ZERO - come il gol che non arriva di Ronaldo e Dybala. Non è un problema, non facciamone un caso, il caso sarebbe stato vedere Ronaldo in gol e portare a casa un pareggio dal Tardini.

UNO - come i gol presi, ancora una lettura difensiva non corretta, bravo Inglese, ma su Gervinho bisognava e si poteva chiudere meglio. Troppa sofferenza. 

DUE - come i gol realizzati, la regola dell’almeno due gol, questa volta i marcatori sono due colonne della Juventus, Mandzukic e Matuidi. 

TRE - come i punti, la cosa migliore che la Juventus porta via dal Tardini, il gioco si è visto solo a tratti, una prestazione con alti e bassi è troppi rischi contro una neopromossa. 

QUATTRO - come le ripartenze pericolose del Parma, troppe. 

CINQUE - come le occasioni che si è creato Cristiano Ronaldo, troppo stretta l’attenzione sul portoghese che non è riuscito a divincolarsi e superare i due o addirittura tre calciatori che spesso aveva vicino.

SEI - alla prestazione generale del centrocampo, un po’ sottotono e con troppe incertezze. Pjanic e Khedira un po’ sottotono.

SETTE - ad Alex Sandro. Dopo la gara non eccezionale contro la Lazio, una positiva, sicuramente meglio lui di Cuadrado.

OTTO - a Gervinho, l’ivoriano si regala una bella prestazione, corre e rincorre, esce un po’ arrabbiato ma rimane il più pericoloso e quello che può portare il Parma verso il suo obiettivo.  

NOVE - al gruppo. Ancora una volta nessun problema per chi entra in campo dalla panchina, Emre Can, Douglas Costa e Dybala offrono il loro contributo in modo continuo ed offrono a Massimiliano Allegri le giuste alternative. 

DIECI - a Matuidi e Mandzukic, sono i reduci dalla finale mondiale. I due calciatori vanno in gol e si confermano in ottima forma anche se sono arrivati per ultimi in ritiro. Mandzukic prende tutto e tutti a sportellate. Matuidi corre per tre, segna un gol da bomber di razza e sfrutta il grande lavoro di Ronaldo. Fondamentali quest’anno saranno gli inserimenti dei centrocampisti. 

@pavanmassimo clicca sulla foto e segui Massimo su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e su quanto accade nel mondo zebrato