TMW RADIO - Tommasi: "Tema sportivo sia al centro del nuovo corso"

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 2075 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
TMW RADIO - Tommasi: "Tema sportivo sia al centro del nuovo corso"

Anche Damiano Tommasi ha parlato dopo il colloquio con la Commissione della Lega Serie A: "Si è parlato di eventuali candidati unici o di ulteriori candidature rispetto a quelle che già ci sono. Io ho ribadito la mia posizione e la volontà di appoggiare un eventuale candidato unico, a patto che questo sia credibile. Non so se la Lega A presenterà un proprio candidato, ma da parte nostra resta l'intenzione di proporre una Federazione che possa parlare di calcio e che torni a mettere il tema sportivo al centro della discussione, al di là delle difficoltà gestionali. Nuovo nome in arrivo dalla Lega A? Non lo aspetto dalla A, ma in generale. Se c'è qualche persona disponibile a raccogliere questa grande responsabilità di rilanciare il nostro movimento tutti dovremmo essere in grado di appoggiarla. Dopo domenica sarà complicato trovare un altro nome, ma ovviamente la Lega di A ha la possibilità di proporlo e la nostra volontà è quella di ascoltare tutti. Se ci saranno persone che si vogliono mettere in gioco con credibilità e unitarietà, col progetto sportivo al centro, noi saremmo pronti ad appoggiarle. Il clima intorno alla mia candidatura? Se sono qua è perché ho l'intenzione di candidarmi così come gli altri. Possiamo spogliarci del vecchio ruolo per indossarne un altro, chi sarà eletto svolgerà l'incarico con la consapevolezza di rappresentare l'intero movimento. Qualche dubbio su di me c'è, ma la mia volontà è questa e so che è un ruolo diverso rispetto a quello attuale. Il commissariamento? Il 29 ci saranno le elezioni, se il 30 gennaio non avremo gli organi federali al completo il Coni dovrà fare le proprie valutazioni così come noi, perché se in 90 giorni non abbiamo trovato un presidente e un consiglio è giusto fare una riflessione. Candidato unico fra i 3 già presentati? Ci abbiamo provato fino all'ultimo. Bisogna dare un'altra impronta alla Federazione e pensiamo che un uomo di campo possa darla. Ovviamente con l'appoggio delle capacità sparse all'interno della Federazione".