Tante le cerimonie di commemorazione in ricordo delle vittime dell'Heysel. La prima si è tenuta questa mattina a Bruxelles

29.05.2020 14:25 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tante le cerimonie di commemorazione in ricordo delle vittime dell'Heysel. La prima si è tenuta questa mattina a Bruxelles

È iniziata, al King Baudouin Stadium a Bruxelles, la lunga giornata dedicata al ricordo delle 39 vittime dell’Heysel: Juventus ha preso parte al "Commemoration 35 years Heysel drama". Il Club ha partecipato con una lettera di ricordo da parte del Presidente Andrea Agnelli indirizzata al sindaco della città, Philippe Close, e con una composizione floreale. Presenti anche l'Ambasciatore Italiano in Belgio, Elena Basile, l'assessore allo Sport per Bruxelles, Benoit Hellings, e l'ambasciatore del Regno Unito in Belgio, Martin Shearman.

La commemorazione di Bruxelles non sarà l'unica in  ricordo delle vittime: nel pomeriggio, a più di mille chilometri di distanza, a Reggio Emilia, il Comitato "Per Non Dimenticare Heysel”,  rappresentato dalla Presidente, Iuliana Bodnari e dal Direttivo del Comitato si riunirà davanti al Monumento delle Vittime per depositare l'omaggio floreale della Juventus e leggerne il messaggio di partecipazione al dolore delle famiglie.

Il Club parteciperà anche alle commemorazioni che  si terranno a Grugliasco, al "Giardino Vittime dell'Heysel", e a Cherasco, presso il monumento dedicato ai caduti, inaugurato nel 2016 e situato nei giardini del santuario Madonna delle Grazie: Alessandro Siano, portiere della Juventus U23, presenzierà in entrambe le occasioni, depositando i fiori inviati  dalla società. 

Anche lo Juventus Official Fan Club di Grugliasco "Alessio e Riccardo" onorerà le vittime dell'Heysel, riunendosi in una celebrazione insieme al sindaco di Grugliasco, Roberto Montà, e all'assessore allo sport, Gabriella Borio.

In chiusura di giornata, quindi, la Mole Antonelliana, simbolo di Torino, verrà illuminata con la scritta "+39 RISPETTO", per ricordare e celebrare la memoria delle vittime di quella tragica serata: una memoria che è sempre forte e viva nel cuore di tutti.