Tacconi la tocca piano: "Ieri avrei dato un calcio nel c*** a Mourinho. Sulle punizioni non ci sono responsabilità"

08.11.2018 16:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 20676 volte
Tacconi la tocca piano: "Ieri avrei dato un calcio nel c*** a Mourinho. Sulle punizioni non ci sono responsabilità"

L’ex giocatore della Juventus Stefano Tacconi è intervenuto su RMC Sport, nel corso della trasmissione Maracanà. Queste le sue parole sulla sconfitta dei bianconeri contro il Manchester United.

La reazione di Mourinho?
Lui è un provocatore, è fatto così. È stato provocato? A me sono arrivati insulti per venticinque anni… Ogni volta che giocavo contro il Napoli mi divertivo anche io a provocare.

La sconfitta della Juventus?
Ieri sera c’è stata una debolezza mentale e fisica negli ultimi dieci minuti. Quando sono entrati Fellaini e Mata il Manchester United ha giocato più veloce della Juventus e sono arrivati i due gol. Io avrei messo un difensore, ma avrei giocato a cinque negli ultimi dieci minuti. Quando sull'uno a zero i bianconeri hanno sbagliato l'ennesima palla gol a mio figlio ho pronosticato la rete dello United. Sulle punizioni non ci sono responsabilità, non ha visto la palla. Il secondo gol è una brutta palla che è rimbalzata davanti: o la blocchi o cerchi di buttarla più lontano. In quei momenti non sei neanche più lucidissimo. Io sarei andato come un kamikaze a prendermi quel pallone nella mischia. Una squadra che ha fatto sette occasioni da gol più di questo non poteva fare.