Sportitalia - Juve, è mancata la reazione

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 3002 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sportitalia - Juve, è mancata la reazione

Davanti, questa volta, non c’era il Real Madrid. Eppure – l’esordio in Champions League per la  Juventus – molto ha ricordato la finale persa a Cardiff. Non tanto per i gol subiti – 7 nelle ultime due un Europa – quanto per la mancanza di reazione al gol di Messi al 45esimo del primo tempo. La rete della Pulce è il momento cruciale della gara, quello che ha sancito il cambiamento di atteggiamento dei bianconeri, pericolosi – più dei blaugrana – nella prima frazione e poi totalmente assenti nella seconda. Certo, è la prima partita del girone, al Camp Nou. Una sconfitta non è mica la fine del mondo. Eppure il campanello d’allarme suona e bisogna capire subito come spegnerlo. Al di là dei paragoni Dybala-Messi, quello che emerge è che la Juventus perde contro una squadra che nemmeno sei mesi fa non era riuscita a superare Buffon neanche una volta tra andata e ritorno, squadra che allora aveva persino Neymar. Una lezione che Allegri non dimenticherà molto presto, ma che dovrà necessariamente far sua per cambiare qualcosa. Va detto che a Barcellona mancavano Mandzukic, Chiellini e Khedira, tre giocatori dal peso specifico importante che a livello di qualità avrebbero certamente apportato quel qualcosa in più. Qualità, appunto. Quello che viene messo in discussione ora, invece, è più la mentalità della Juventus chiamata a reagire se le cose in campo iniziano a mettersi male. Un dato per esemplificare il concetto: in 48 minuti la Juve ha preso più gol che in tutta la scorsa Champions, Cardiff esclusa.  Archiviata l’Europa ora testa al campionato: domenica a Sassuolo l’imperativo è solo uno. Per reagire – appunto – e per mantenere la vetta della classifica.