Spalletti: “Gara decisiva come lo scorso anno”

25.05.2019 17:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Spalletti: “Gara decisiva come lo scorso anno”

Luciano Spalletti in conferenza.

Altra settimana decisiva come lo scorso anno: quali sono i punti di contatto con quel Lazio-Inter? "La gara ha la stessa valenza da dentro o fuori come quella. L'attesa è massima, ma siamo abituati noi che facciamo questo mestiere. Io, nel mio passato, ho sempre vissuto campionati mai sereni fino all'ultimo. Penso al duello tra Roma e Inter quando guidavo i giallorossi. Succede a tutti i calciatori che indossano maglie importanti, anche se dipende sempre dal tipo di obiettivo che ci si accosta"

Viste le difficoltà recenti riscontrate a San Siro, avrebbe preferito giocarla in trasferta questa gara? "I nostri tifosi vogliono bene all'Inter, vogliamo giocarla a San Siro. Loro cercano di dare un supporto, di trasferire tutte quelle cose che non possono mettere in campo in quanto spettatori. I calciatori devono essere bravi nell'interpretarle certe parole, tentare di dar loro tutte le soddisfazioni che meritano"

Empoli avversario al momento più difficile per voi? "Ci sono diversi momenti in una stagione, loro stanno bene, ma la posta in palio annulla tutto quanto fatto in precedenza. Sarà una gara a sé che chiede di dare il meglio in campo"

E' preoccupato visto le gare decisive che quest'anno l'Inter ha fallito? "So che ci sono delle tensioni, a volte le gare si possono anche sbagliare, ma se vado a vedere ce ne sono molte altre nelle quali abbiamo fatto molto bene. Mi aspetto che i miei mettano dentro tutto ciò che gli riconoscono, tutto quello che hanno mostrato in questa stagione. Ci sentiamo bene, voglio centrare ancora la Champions League. Si è molto parlato delle preoccupazioni, ma si doveva per me fare luce su altro..."

Domani meglio Icardi o Lautaro viste le caratteristiche dell'avversario? "Non c'è un solco in queste differenze, stiamo parlando di sfumature. Va bene per tutti e due questa gara, entrambi hanno il carattere e la personalità giusta per incidere sullo scorrimento del match. Sono forti nella testa, oltre che sul campo. Pensano nel modo giusto, agiscono nel modo corretto e dispongono delle stesse potenzialità"