Soulè ad As: "Sogno di debuttare con la prima squadra della Juventus"

22.10.2021 20:20 di Benedetta Demichelis   vedi letture
Soulè ad As: "Sogno di debuttare con la prima squadra della Juventus"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Matias Soulè ha parlato ad As: 

Come sta Matías Soulè?

"Bene bene. Mi sono adattato abbastanza velocemente, ho imparato velocemente la lingua stando in contatto con i miei colleghi, l'ho imparata provando a parlare. Con la società mi trovo molto bene, da quando sono arrivato ho potuto giocare. Non il primo anno perché ero infortunato e poi è arrivata la pandemia ma poi ho giocato e non mi sono fermato".

 Dopo aver giocato nella Primavera della Juve, quest'anno ha giocato nell'U23 e nella Youth League. Che differenze hai notato?

"Nell'U23, in Serie C, c'è più ritmo, ci sono giocatori che hanno giocato in Serie A e B per tanti anni, sono professionisti. L'altro giorno abbiamo giocato contro una squadra (1913 Seregno Calcio) di cui si parlava e la partita era bellissima, era 'movimentata'. Mi piace parlare ma mi sono controllato perché non volevo prendere più giallo, ne ho già presi tre (ride)".

Se dovessi definirti un calciatore, come sarebbe?

"Mi piace definirmi 'trequartista'. Inoltre, non ho problemi a giocare a sinistra o destra, ma mi piace di più stare in mezzo. Mi piace dribblare, l'1vs1, fare passaggi filtrati... ma se gioco sulla destra mi piace andare al centro e calciare in porta, perché mi piace dribblare".

 Che differenze hai notato tra Argentina e Italia nel calcio?

"La differenza è stata nella tattica, qui si concentrano molto, ho imparato molto con l'allenatore che avevo qui (Andrea Bonatti) e ora sono nell'Under 23 con Lamberto Zauli, che era un giocatore e sa tanto, tutti gli allenatori mi hanno aiutato molto che ho avuto qui".

 Che ricordo hai di Mar del Plata?

"Ho ricordi di Kimberley, di essere nella categoria 2003, abbiamo litigato con altri club. Ricordo che eravamo campioni".

 E da Velez? Com'è stato il cambiamento?

"È stato difficile, penso di aver preso la decisione migliore e non ho rimpianti".

Come sono stati gli allenamenti e le partite con la prima squadra? Cosa gli ha detto l'allenatore (Allegri)?

"Sono stato molto contento, mi hanno detto che avrei fatto il precampionato con loro, mi hanno dato molta fiducia, i ragazzi ti integrano velocemente e io mi ho sentito la fiducia per fare un buon precampionato. Ogni volta che ti alleni e giochi devi dare il 100%".

 Qual è il tuo prossimo obiettivo?

"Arrivare al debutto in Juventus, in prima squadra in una partita ufficiale. Spero che sia possibile quest'anno, ma non lo so".